Crea sito

‘Senza pietà’, “Non ti muovere o t’ammazzo”: tassista rapinato col coltello alla gola. [Video]

«Non ti muovere o t’ammazzo». Parole minacciose rese veritiere dall’azione violenta vissuta nella notte milanese in drammatici istanti da incubo da un tassista rapinato col coltello alla gola. 

Succede tutto in pochi minuti, quando l’autista è ormai a fine corsa. I tre ragazzi che ha caricato a bordo siedono sul sedile posteriore del taxi quando, all’improvviso, uno della banda conficca un coltello alla gola dell’uomo e gli intima di consegnare soldi e chiavi dell’auto. La telecamera montata a bordo riprende e immortale l’orrore…

A nulla sono valse le suppliche dell’uomo terrorizzato. «Siete dei vigliacchi, vi prego, non fatemi questo. Già non guadagniamo un ca..o. Non prendetemi quello, mi serve», si sente nell’audio della registrazione. E ancora: il telefono no, vi prego. Ci sono delle cose importanti per me»… Ma niente: i tre giovani rapinatori fanno razzia di tutto: denaro, portafogli, telefono cellulare della vittima. I criminali non solo non tengono conto delle accorate richieste del tassista e continuano a minacciarlo di morte più e più volte dopo essersi fatti portare a destinazione, nelle vicinanze del quartiere dove vivono.

Un’azione immediata, rapida, feroce, a cui è seguita la tempestiva caccia alla banda. La cui fuga è stata breve: la polizia ha infatti catturato due dei giovani rapinatori mentre cercavano di fuggire in treno. Non un episodio unico e isolato il loro. Secondo quanta riporta il sito di Milano Today riportando informazioni da fonti investigative, infatti, « in occasione delle rapine, fingendosi clienti, avevano chiesto di essere trasportati sino in prossimità del quartiere dove risiedono e, una volta terminata la corsa, uno aveva il compito di bloccare l’autista puntandogli un coltello alla gola».

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.