Mistero sulla scomparsa di Adriano Pacifico, sul cammino di Santiago. Il giallo del cellulare e del bancomat. La mamma vola in Francia

Di Adriano Pacifico si sono perse le tracce. Trentadue anni, due figlie, il 4 luglio è partito da Bastiglia (provincia di Modena) a bordo della sua bicicletta lungo il cammino di Santiago di Compostela. Un sogno coltivato da tempo, si era fatto anche tatuare la conchiglia, simbolo dei pellegrini. Gli ultimi segnali provengono dal sud della Francia. Nella zona di Tolone (o di Saint-Tropez). Dove è avvenuto l’ultimo contatto quasi una settimana fa. Una videochiamata alla mamma. Ma non dal suo cellulare, perché era rotto. Nel colloquio aveva raccontato di essersi fermato per qualche giorno perché non si sentiva bene fisicamente. Ma che voleva ripartire al più presto per raggiungere la Spagna.

Da allora il buio. Che ha insospettito la mamma Grazia. Che è partita alla ricerca del figlio.  Qualche giorno dopo una nuova telefonata con il ragazzo che aveva prestato il telefono ad Adriano. Che le ha detto che viaggiava da solo ed era ripartito. Successivamente lo ha ricontattato, ma ha cambiato versione, dicendo che stava viaggiando con altre persone. “In una di queste videochiamate – ha raccontato la signora Grazia –  ho notato che questa persona viveva in un luogo particolare, sembrava una baracca. Un posto abbandonato e trasandato. Mi sono spaventata e lo sono parecchio anche adesso”. La presenza di questo ragazzo ha insospettivo la donna. “Durante la videochiamata dietro di lui c’era un ragazzo dalla pelle olivastra”, ha raccontato alla stampa locale. “Mi ha comunicato una sensazione negativa, ambigua. La cosa strana è che questo giovane ha continuato a videochiamarmi anche nei giorni successivi. Per chiedere a me se avevo notizie di Adriano, dicendo anche molte bugie”.

Un altro indizio sospetto riguarda le operazioni bancomat. Piccoli prelievi, da 20-30 euro, fatti a Tolone. A breve distanza l’uno dall’altro. Troppo circostanze strane per rimanere tranquilli. La mamma di Adriano ha contattato la polizia francese sono partite le ricerche. E il tam tam di appelli via social. Anche tra i  pellegrini. “Faccio quello che ogni mamma farebbe”, ha detto Grazia decisa a ritrovare il figlio.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.