Militanti della Lega picchiati a Marina di Carrara: tra gli aggrediti donne e anziani. Lamorgese non pervenuta (Video)

“La campagna di odio e di delegittimazione di Matteo Salvini e della Lega, organizzata dalla sinistra e dai suoi gruppi editoriali, produce effetti come l’aggressione organizzata di Marina di Carrara con 50 anarchici scatenati contro i militanti leghisti, donne comprese. Purtroppo non stupiscono né l’incapacità né l’imbarazzante silenzio del ministro dell’Interno”. Così una nota della Lega dopo le violenze di sabato sera.

“Stavamo ancora montando il gazebo e siamo stati aggrediti da una 50ina di persone tutti in maglietta nera e bandiere nere, che hanno cominciato a malmenarci con i bastoni delle nostre bandiere. Molte donne sono state aggredite in una maniera indecente. Chi dice che noi della Lega siamo antidemocratici questa sera dovrebbe riflettere, per capire cosa è successo qui. Ringrazio la Polizia che è intervenuta rapidamente”. Lo ha detto il commissario provinciale della Lega, Nicola Pierruccini,raccontando i momenti dell’aggressione subita questa sera da un gruppo di militanti del partito a Marina di Carrara.

“Alcuni dei nostri militanti – ha continuato Pierruccini – sono stati malmenati forte e sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale. Spero che si riescano a individuare queste persone che ci hanno assalito, anche perchè qui la zona è monitorata. Questi non sono dei facinorosi, sono dei delinquenti”.

“Un’aggressione violenta e inaccettabile – dice Massimiliano Manuel, esponente locale FdI – Lo stesso luogo dove in queste ore siamo presenti e dove democraticamente esporremo le nostre idee e i nostri simboli non facendoci intimorire da questi atti vili e antidemocratici. Condanniamo fermamente questa violenza che non rispecchia la nostra concezione di politica”.

“Alcune delle persone aggredite – ha raccontato l’europarlamentare della Lega Susanna Ceccardi –sono andate in ospedale e farsi medicare, in gran parte sono donne”. Gli assalitori “erano uomini e donne scatenati. Qui in centro a Marina di Carrara, con tante persone che passeggiavano tranquillamente. E’ un fatto gravissimo. Andremo fino in fondo a questa storia”, ha concluso Ceccardi spiegando che. subito dopo la registrazione del video, sarebbe andata alla Questura per denunciare l’accaduto e visionare le immagini delle telecamere presenti nella zona dell’aggressione.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.