Migranti, sbarchi senza sosta sulle nostre Coste. A Lampedusa tra i 267 c’è anche un cadavere di una donna

Dopo i 227 approdati ieri, tra Sicilia, Sardegna e Puglia, tra la notte e le prime ore del mattino di oggi altri 267 migranti sono arrivati in Italia, tutti a Lampedusa. Dunque, dopo una tregua durata alcune settimane, gli sbarchi di migranti nelle ultime 48 ore sono ripresi a raffica, insieme all’attivismo delle Ong nel Mediterraneo.

Per quanto riguarda solo gli ultimi, che hanno interessato Lampedusa, gli uomini della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza hanno intercettato la prima carretta del mare a circa 18 miglia dalle coste. A bordo c’erano 26 migranti di varie nazionalità, tra cui anche una donna ormai morta. L’approdo c’è stato intorno alle 2 di notte. Poco dopo al molo Favaloro dalla motovedetta delle Fiamme gialle sono scesi 21 migranti tra cui 6 donne e 3 minori, intercettati stavolta a una ventina di miglia su un barchino lasciato alla deriva.

Intorno alle 4.30, poi, lo sbarco numero tre: 155 persone, tra cui 11 donne e 21 minori di varie nazionalità. Gli uomini della Capitaneria di porto hanno intercettato il barcone di 15 metri su cui viaggiavano intorno all’una a circa 16 miglia dalle coste lampedusane. L’ultimo approdo in ordine di tempo alle 6, quando al molo Favaloro sono arrivati in 65 a bordo della motovedetta della Capitaneria di porto. Tra loro 8 donne e 7 minori. Gli uomini della Guardia costiera li hanno rintracciati a circa 30 miglia su un’imbarcazione lasciata alla deriva. Tutti i migranti, dopo i controlli sanitari di rito, sono stati condotti nell’hotspot di contrada Imbriacola, tornato di nuovo a riempirsi. Nella struttura si trovano attualmente 445 ospiti a fronte di una capienza di 250 posti.

Ieri, in un’altra giornata di sbarchi, infatti, a Lampedusa erano arrivati in totale 144 migranti, giunti in quattro approdi autonomi. Nella notte erano arrivati in 46, fra i quali anche una persona con gravi ustioni da carburante e un disabile, entrambi soccorsi al Poliambulatorio, e una coppia con una neonata. Successivamente sull’isola sono arrivati 98 tunisini, suddivisi in tre sbarchi da 57, 17 e 24 persone. Fra i primi c’erano anche sei donne e cinque minori. Al conteggio complessivo, però, bisogna aggiungere anche i 65 algerini arrivati in Sardegna e i 18 stranieri arrivati in Puglia, per un totale di 227 migranti sbarcati in Italia in un solo giorno. E, immancabilmente, il riacuirsi della crisi dei migranti, va di pari passo con il ritorno delle navi delle Ong nel Mediterraneo, dove hanno rifatto la loro comparsa la Ocean Viking, della Ong Sos Mediterranée, e la Sea-Watch 4 e la Sea-Eye 4, delle omonime Ong tedesche.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.