Crea sito

Migranti, a Lampedusa la situazione è fuori cintrollo: oltre 2mila clandestini in meno 24 ore. I soccorritori: “Sabotano i motori e chiedono aiuto”

Sono stati oltre 2000 i migranti sbarcati solo nelle ultime 24 ore a Lampedusa.Un bilancio che parla di emergenza e che, nelle prime giornate di bel tempo, fa prefigurare un’estate nera. Già stamattina Alarm phone ha segnalato la presenza di altre 5 barche, per un totale di 419 migranti a bordo, in pericolo in zona Sar maltese. Il rischio che finiscano anche loro in Italia è concreto.

A conti fatti, questa nuova ondata porta i migranti sbarcati in Italia da gennaio a un numero che si attesta oltre 12mila, mentre in Libia si troverebbero già tra le 50 e le 100mila persone pronte a partire. Insomma, il business del traffico d’uomini è ripreso più florido che mai, mentre il governo italiano sembra pronto a darsi una scossa solo ora, e solo su sollecitazione del centrodestra di maggioranza e di FdI.

Intanto a Lampedusa l’hotspot è arrivato al collasso, al termine di una giornata, quella di ieri, in cui gli sbarchi sono andati avanti senza sosta. L’ultimo c’è stato intorno all’1 di notte, quando gli uomini della Capitaneria di porto hanno intercettato a circa 8 miglia a sud dell’isola un altro barcone con 95 persone a bordo, tra cui 3 donne e 5 minori, tutti di nazionalità subsahariana. Dopo aver trasbordato i migranti l’imbarcazione è stata lasciata alla deriva. Appena due ora prima, intorno alle 23, la Guardia di Finanza aveva intercettato un peschereccio con a bordo 352 migranti a 5 miglia a sud dell’isola. In quel caso, dopo il trasbordo sulle motovedette della Capitaneria di porto, i finanzieri hanno scortato l’imbarcazione fino al molo Favaloro e sequestrata. Il bilancio è arrivato così a 2.041 sbarchi in una sola giornata.

Per oggi è previsto il trasferimento di circa 200 migranti a Porto Empedocle (Agrigento) sul traghetto di linea, da qui poi saranno spostati in centri in provincia di Ragusa. Altri 300 migranti, invece, dovrebbero essere imbarcati sulla nave quarantena Splendid arrivata stamani a Lampedusa. «Non dormiamo da ore, le regole di ingaggio le conoscete anche voi. Vanno recuperati, portati a terra, poi all’hotspot di Contrada Imbriacola da dove, se va bene, entro un paio di giorni saranno caricati sulle navi quarantena. Siamo stanchi, sì, perché a lungo andare il rischiare la vita ti mette a disagio. Abbiamo famiglie che ci aspettano, a casa», è stato lo sfogo affidato al Giornale da uno dei militari impegnati nelle operazioni di soccorso.

«Loro mandano in panne il motore per dar luogo all’evento Sar. Dicono che si è rotto e noi siamo costretti a soccorrerli. Funziona così da sempre. Le istituzioni? Sanno bene come va la cosa, il Viminale è informato, ma i vertici se ne infischiano», ha aggiunto un finanziere, mentre un altro ha riferito dell’allarme sanitario. «È palese che molti di loro siano malati e noi rischiamo di contrarre qualche malattia, non solo di Covid», ha detto.

E mentre da tempo il centrodestra chiede misure serie, fra le quali il blocco navale da sempre indicato come soluzione da FdI, nel governo sembra finalmente smuoversi qualcosa. Ieri il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, alla quale Matteo Salviniaveva scritto chiedendo un vertice urgente con Mario Draghi, ha sentito il premier. E, a quanto si è appreso, si punta a costituire una cabina di regia per coinvolgere sul tema anche gli altri ministeri competenti, Difesa, Esteri e Trasporti, e lavorare a misure condivise

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.