Meteo, irrompe l’anticiclone africano: dove si toccheranno i 40 gradi

L’estate sta arrivando, manca pochissimo questa volta. L’anticiclone africano, in queste ore, scrive Mario Giuliacci nel suo sito di previsioni del tempo, “si sta allungando nuovamente sul nostro paese e soprattutto sul Nord Italia che nei giorni scorsi è stato flagellato da maltempo, grandine e abbassamento delle temperature”.

Dunque, “assisteremo a un aumento dei valori termici fino ad avere, nella prossima settimana, massime superiori ai 40 gradi“. E avverte il meteorologo, visto che “non siamo abituati ad avere ondate di caldo così intenso in questo periodo dell’anno” dobbiamo fare attenzione perché “il nostro fisico non sempre ‘accetta’ senza conseguenze”.

In particolare, spiega Giuliacci, “da martedì 18 giugno l’anticiclone africano porterà a un aumento generalizzato delle temperature su tutta l’Italia e con le regioni meridionali, e le due Isole Maggiori incluse, che percepiranno l’ondata di calore per prime. Tra le giornate di mercoledì 19 e giovedì 20 giugno l’ondata raggiungerà il culmine. In città come Roma, Firenze, Napoli e Terni le massime potranno raggiungere anche i 38/40 gradi”.

A questo punto, “anche le regioni settentrionali verranno coinvolte nell’aumento delle temperature seppure con valori massimi inferiori, si parla di 32/34 gradi“. Ma attenzione, aggiunge Giuliacci, perché “aumenterà anche l’afa, ovvero quell’umidità raccolta dalle masse d’aria calda durante l’attraversamento del Mar Mediterraneo che fa percepire ancora più caldo. Quindi attenzione alle persone più fragili, bambini e anziani. Le raccomandazioni sono sempre le stesse: non uscire di casa nelle ore più calde della giornata, bere molta acqua e ricercare luoghi freschi”, conclude l’esperto. 

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.