Meloni epocale: “Dieci anni di governi di sinistra hanno reso la vita impossibile agli imprenditori” (Video)

«Dieci anni di governi di sinistra hanno reso la vita impossibile a chi vuole fare impresa». Lo dice la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in un video su Facebook titolato “Pronti a difendere chi fa impresa rispettando le regole”. «Trattati come delinquenti o come evasori a prescindere – prosegue la leader di FdI – gettati nella giungla della burocrazia e del Grande Fratello fiscale, vessati da tasse troppo alte. Fare impresa in Italia è praticamente diventato un atto eroico».

«Però le piccole e medie imprese di questa Nazione – puntualizza Giorgia Meloni – rappresentano la sua ossatura economica e sono le custodi del Made in Italy, che è la cosa più preziosa che abbiamo. Per questo, Fratelli d’Italia propone una rivoluzione copernicana nei rapporti tra lo Stato e le imprese. Non bisogna disturbare chi vuole fare. Serve – continua ancora – una burocrazia snella, tasse sostenibili e un rapporto equilibrato tra Stato e fisco».

«Partiamo subito da cose concrete – spiega la leader di FdI – deve finire l’odioso fenomeno dell’abusivismo e della concorrenza sleale nel commercio, nel turismo, nei servizi, nella manifattura, ecc. Non permetteremo più il gioco dell’apri e chiudi fatto soprattutto dagli extracomunitari, quello di aziende che non pagano un euro di tasse, agiscono nell’illegalità e poi chiudono i battenti prima che lo Stato si accorga di loro, per riaprire magari con altro nome».

E infine: «Chi vuole lavorare da noi è il benvenuto, ma chi arriva da fuori dell’Unione Europea, prima di aprire la serranda, dovrà presentare una fidejussione a garanzia del pagamento delle tasse. Così che tutti possano competere tutti ad armi pari. Restituiremo – conclude la leader di Fratelli d’Italia – dignità e libertà alle persone oneste che creano lavoro e ricchezza in Italia».

Guarda il Video su .facebook

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.