Crea sito

Matteo Salvini non ha dubbi: “Obiettivo zero campi rom”. Sono una bomba sociale pronta ad esplodere

Nuovo sopralluogo per Matteo Salvini. Il leader della Lega si è recato al campo rom al confine tra i comuni di Giugliano, in Campania, e Qualiano, nella zona nord della provincia di Napoli. “C’è un problema che da troppi anni lamentano i cittadini della zona, oltre tutto in una zona già colpita dalla presenza ecoballe e da milioni di rifiuti stoccati che da 20 anni dovrebbero essere rimossi” ha spiegato l’ex ministro prima di far visita ad altre due regioni: la Basilicata e la Puglia. “Ritenevo mio dovere – ha immediatamente chiarito – toccare con mano quello che non va e che si può risolvere, perché dove governa la Lega, penso a Pisa e a Ferrara, i campi rom abusivi sono stati chiusi.

L’obiettivo è tornare al Governo sia nazionale che del Comune di Giugliano per dare certezze ai sindaci. Qui l’emergenza ambientale e l’emergenza sicurezza in pochi chilometri sono una bomba sociale”. 

Poi il numero uno del Carroccio ha ribadito la necessità di fare “un censimento, perché c’è campo e campo: vedere chi ha un lavoro, chi manda i figli a scuola, chi ha i documenti, di che nazionalità parliamo. I cittadini italiani hanno i diritti e i doveri di tutti gli altri, quelli che sono in regola non sono vanno allontanati, se sono extraeuropei vanno espulsi”.

Anche se il vero obiettivo “è arrivare a campi rom zero, come in tutti gli altri Paesi europei. Oggi c’è il Consiglio europeo, in nessun Paese europeo esistono i campi rom come in Italia. Se uno ha diritto alla casa la compra o la affitta, chi non ha diritto non vive nelle baracche e se ci sono bimbi che non vanno a scuola vengono tolti a genitori che non son degni di questo nome”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.