Crea sito

Matteo Salvini a testa alta: “Contestato a Mondragone? Erano criminali al servizio della camorra” Cala il sipario

Il Capitano il suo grado se l’è guadagnato coi fatti. E, in collegamento da Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, con la trasmissione Quarta Repubblica condotta da Nicola Porro, è un fiume in piena:

“A chi conviene che nulla cambi? Evidentemente alla camorra non fa piacere che qualcuno parli di legalità”

E ancora: “Mi auguro che la condanna sia unanime? questi sono dei criminali al servizio della camorra. Tornerò a Mondragone perché il problema della criminalità non lo risolvono di certo i centri sociali. Quella che è avvenuta oggi non è critica politica, in piazza non c’erano contestatori o oppositori ma criminali, perché tali sono chi fa a mazzate con le forze dell’ordine”.

Salvini non ha paura e non si fa influenzare dal lancio di oggetti e dagli insulti, con la situazione che è degenerata al punto che sono state necessari diverse cariche delle forze dell’ordine: “Devo chiedere il permesso alla camorra e ai centri sociali per andare a Mondragone? Non mi fanno paura e ci tornerò”. Cala il sipario.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.