Marano In manette l’ex Sindaco di sinistra: “Intascava mazzette dal clan”

By Giuseppe Falco

Politica e camorra. Sinistra, mazzette e Clan. Questa è la storia giudiziaria che ha colpito l’ex Sindaco di sinistra a Marano in provincia di Napoli. Intascava mazzette da imprenditori prestanome della camorra. Una notizia shock ma che in TV pare non fare scalpore. Chissà perché. Fatto è che Mauro Bertini, già sindaco di Marano, grosso comune alle porte di Napoli e un tempo feudo dei potentissimi Nuvoletta, è finito in gattabuia. E le accuse sono di quelle fumanti: corruzione e associazione.

L’ex sindaco di sinistra, di origini toscane, è stato a lungo un’icona della sinistra napoletana e campani.

Le indagini risalgono al 2017. E aveva portato ai domiciliari cinque persone tra imprenditori, amministratori pubblici e burocrati. Tutti a disposizione, secondo la Dda, dei Polverino. All’epoca il clan si era aggiudicato un appalto pubblico nelle costruzioni. Seguendo i soldi, ascoltando gli indagati con le intercettazioni e la dichiarazioni di pentiti, le indagini hanno ricostruito il ruolo avuto da parte di figure appartenenti alla amministrazione comunale di Marano e al mondo dell’imprenditoria. Per i magistrati, Bertini e un dirigente comunale, Santelia, anch’egli arrestato, avrebbero intascato mazzette. Il primo 125mila euro e il secondo 40mila per far vincere un appalto pubblico ad imprenditori in odore di camorra.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

2 Risposte a “Marano In manette l’ex Sindaco di sinistra: “Intascava mazzette dal clan””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.