Lucia Azzolina, le indiscrezioni: è irricevibile La grillina fatta a pezzi prima dell’annuncio di Conte sulla scuola

By Lucia Gallo (per ith24)

Il Movimento 5 Stelle non ne azzecca una, sia nelle scelte politiche che nelli’ndividuare elementi in grado di portare avanti istante e sentire comune.

Al centro delle polemiche ci finisce sempre lei, la ministra della scuola Lucia Azzolina. Ancora devono riaprire le aule, chiuse da marzo, e la titolare del Miur è già riuscita a farsi fare la guerra contro le sue fantomatiche “linee guida”, da studenti e presidi, insegnanti e genitori, opposizione, governatori e persino spezzoni della maggioranza. Un totale disastro grillino.

Il malumore dei dirigenti scolastici, dei sindacati e delle sigle studentesche contro la “riapertura scaricabarile” è andata in onda ieri in sessanta piazze: “Sciatteria intollerabile: scuola in presenza, mai più senza”, “Linee guida imbarazzanti ed inutili: mobilitazione permanente finché il governo non le ritirerà”.

Quello che ha fatto principalmente perdere la pazienza è sul come si potrà tornare sui banchi (e di chi sarà la responsabilità sui dispositivi di sicurezza, con i presidi che accettano l’autonomia se accompagnata però da adeguate risorse) a cui si aggiunge il “niet” del mondo della scuola ai doppi turni, delle lezioni di quaranta minuti e delle classi ad età “mista”. A questo si aggiunge il nodo delicatissimo aperto dal governo con le Regioni che, concluso il vertice notturno con un nulla di fatto, hanno giudicato irricevibile la prima bozza del Piano rinviando ad oggi.

Insomma, per dirla in breve, la ministra grillina è irricevibile. Perché pare che invece di amministrate, amminestri….

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.