Crea sito

L’appello di Giorgia Meloni: “Con la nuova norma sul default si rischia un’ecatombe”

«Mi appello a Mario Draghi, da ex presidente della Bce, che conosce l’impatto che avrebbe questa materia, mi appello anche a Paolo Gentiloni e al presidente Visco di Bankitalia». Lo dice Giorgia Meloni, nel corso di una conferenza stampa, in cui lancia l’allarme sulla nuova regolamentazione bancaria europea sul default dei creditori. «È – ha avvertito – una situazione esplosiva, su cui Fratelli d’Italia lavora da mesi su cui c’è il silenzio. C’è il rischio di una ecatombe. È una norma che impatta sulle banche, sulle imprese, sui cittadini». Oltre alla leader Giorgia Meloni sono presenti il capodelegazione al Parlamento europeo, Carlo Fidanza. I capigruppo di Camera e  Senato, Francesco Lollobrigida e Luca Ciriani. Il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, Roberta Angelilli e il presidente dell’associazione vittime del “salvabanche”, Letizia Giorgianni.

Che cosa è accaduto? «Dal primo gennaio è entrata in vigore una nuova normativa europea in tema di regolamentazione bancaria sul default», ha spiegato Giorgia Meloni. Una normativa «che rischia di impattare in maniera pesante sulla tenuta del nostro sistema economico-sociale. Questa nuova regolamentazione dell’Autorità bancaria europea, che è stata a sua recepita dalla Banca d’Italia prevede a sua volta norme più stringenti.  per il titolare di un conto corrente bancario che dovesse andare in rosso».  E poi è entrata nel dettaglio: «La nuova regolamentazione prevede che le banche sono autorizzate a bloccare il conto in banca quando dovesse andare in rosso se ci sono  tre requisiti. Una esposizione che dura da più di novanta giorni Una esposizione che è complessivamente superiore all’1% dell’esposizione totale. E, infine, una esposizione che superi la cifra di cento euro per i privati e 500 per le le piccole e medie imprese…».

«Fitto ha presentato un’interrogazione per fermare la normativa in Europa», ha detto ancora la leader di Ecr. «In Parlamento, qui in Italia, abbiamo chiesto al governo di porre la questione in Europa, ma il nostro ordine del giorno è stato bocciato», lamenta la leader di Fratelli d’Italia.


Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.