Lampedusa, migranti espulsi con permanenza in Italia. Il pm li premia, li manda ai domiciliari… in Italia

Cinque tunisini e un egiziano sono stati arrestati dalla Squadra mobile dopo essere sbarcati a Lampedusa. I sei avevano fatto rientro in Italianonostante fossero destinatari di un decreto di espulsione. Al momento, tuttavia, bisogna accontentarsi di un provvedimento, la cui effettività è solo cartacea. I sei, infatti, come da disposizioni del pm di turno, si trovano agli arresti domiciliari nell’hotspot di contrada Imbriacola. E questo nonostante l’isola sia al collasso. Buone notizie invece dal fronte del contrasto al virus nelle isole Pelagie (Lampedusa è la maggiore). In tre giorni risulta aumentato del 10 per cento il numero di vaccinati con almeno una dose.

Nell’arcipelago ammontano ora complessivamente a 686 le somministrazioni effettuate nei due centri provvisori realizzati dall’Azienda sanitaria provinciale di Palermo. Dal 66,20 per cento dei vaccinati con una dose si è rapidamente passati al 76,21 per cento di oggi. Si tratta di un dato importante perché la Sicilia è la regione italiana con il più alto tasso di contagio e il minor numero di vaccinati. Gli immunizzati sono  invece passati da 60,73 a 62,79 per cento. «I periodici interventi effettuati sia Lampedusa che a Linosa – ha sottolineato il dg  dell’Asp Daniela Faraoni – hanno consentito di somministrare almeno una dose di vaccino a tre quarti della popolazione residente».

La campagna vaccinale nelle isole da parte dell’Asp si accompagna anche ad una continua e costante di sensibilizzazione della popolazione. «È così – ha confermato la Faraoni – che stiamo recuperando anche coloro i quali non avevano risposto agli appelliprecedenti». La dirigente ha anche annunciato che il personale dell’Asptornerà a Lampedusa e a Linosa il 23 settembre «per consentire a tutti, anche ai turisti, di vaccinarsi». Nel dettaglio, delle 686 somministrazioni fatte negli ultimi tre giorni nelle Pelagie, 141 hanno riguardato gli studenti dell’Istituto Pirandello. Sono state, complessivamente, 567 le prime dosi e 119 le seconde. A Linosa in 32 si sono vaccinati consentendo di raggiungere il 90 per cento di coloro i quali hanno ricevuto almeno una dose di siero. Tra questi anche due ultra 80enni.

Pubblicato da edizioni24

Sito a cura di Rita De Marco dal 07/09/2021. Rita De Marco è una studentessa di Napoli, aspirante giornalista, fashion Blogger. Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.