Crea sito

La mazzata ai cinesi arriva dal Copasir, Volpi (Lega): “I cinesi stanno sfruttando la crisi per acquisire nostri asset” Nodi al pettine?

By Fabio Vacca (per ith24)

Dopo le rivelazioni agghiaccianti lanciate dal presidente Usa Donald Trump sulla presunta creazione del Covid-19 in un laboratorio di Wuhan, arriva anche l’affondo del presidente del Copasir Raffaele Volpi, che tuona: “Non possiamo compromettere i nostri rapporti con gli americani. I cinesi stanno sfruttando la crisi per acquisire asset“.

E ancora: “Il governo è in ritardo, deve fare in fretta una scelta strategica di politica internazionale. Non c’è dubbio che questi attori diffondano anche false notizie, soprattutto i cinesi più che i russi, e indubbiamente stanno sfruttando la crisi per cercare di acquisire asset strategici di ogni Paese. Dobbiamo decidere con chi stare, non possiamo stare in mezzo a due superpotenze“.

“Hanno lanciato un segnale, ci dicono guardate noi siamo disposti a proseguire un rapporto privilegiato, ma non possiamo farlo se fate entrare i cinesi. Noi – conclude il leghista Volpi sul Corriere della Sera – pensiamo che un rapporto fra Huawei e il governo cinese ci sia eccome, anche perché ci sono grandi aiuti di Stato alle spalle delle aziende cinesi, che di fatto operano sottocosto grazie ai vantaggi del mercato interno, attuando politiche di dumping che il nostro governo avrebbe il dovere di contrastare”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Una risposta a “La mazzata ai cinesi arriva dal Copasir, Volpi (Lega): “I cinesi stanno sfruttando la crisi per acquisire nostri asset” Nodi al pettine?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.