Crea sito

La drammatica verità Viviana Parisi e Gioele Mondello, il foglio ritrovato in auto che può spiegare la tragedia

“Crollo mentale dovuto a una crisi mistica“. Ad attestare le condizioni psichiche precarie di Viviana Parisi è un certificato medico rilasciato lo scorso 17 marzo dall’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto.

Il documento era nel cruscotto della Opel Corsa della donna, ritrovato dagli inquirenti il 3 agosto, subito dopo l’incidente nel tunnel della A20 Messina-Palermo all’altezza di Caronia che ha generato il dramma.

Lei, Viviana, trovata morta l’8 agosto vicino a un traliccio a poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente. Il figlioletto che era con lei, il povero Gioele Mondello di 4 anni, sparito da allora. Con ogni probabilità, però, sono suoi i resti ritrovati ieri mattina a qualche centinaia di metri dal traliccio. E quel certificato potrebbe dare un senso a tutto questo strazio. 

“Viviana soffriva di paranoia e ha avuto un crollo mentale dovuto a una crisi mistica”, ha precisato Claudio Mondello, legale della famiglia e cugino del marito della donna e padre di Gioele, Daniele Mondello.

Quel crollo mentale che probabilmente quel 3 agosto l’ha condotta a prendere l’auto, caricare Gioele e dirigersi all’insaputa di tutti in direzione Palermo, magari alla Piramide della Luca di Motta d’Affermo, simbolo esoterico-spirituale di rinascita che molto la interessava e di cui si era informata anche pochi giorni prima quel fatale 3 agosto. Forse voleva portarci Gioele, convinta di poter rafforzare insieme le loro difese contro il coronavirus che tanto l’aveva prostrata in questi mesi. O fare un drammatico patto di protezione, di unione eterna con quel bimbo a cui era, parola dei familiari, “morbosamente legata”. 

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Una risposta a “La drammatica verità Viviana Parisi e Gioele Mondello, il foglio ritrovato in auto che può spiegare la tragedia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.