La carrellata di sbarchi, il totale fallimento della Lamorgese. Meloni realista: “Presto farà i conti con gli italiani”

Sbarchi senza sosta a Lampedusa, complice la buona stagione e le condizioni meteo favorevoli. Gli approdi aumentano di quasi il 30 per cento rispetto allo scorso anno. Ma dal ministero dell’Interno non si muove una foglia. Zero provvedimenti, distrazione totale. “Al Viminale siede un pessimo ministro dell’Interno”, scrive sui social Giorgia Meloni. Che prende a prestito le parole di Paolo Del Debbio per rafforzare la tesi.

Lamorgese è scomparsa. Approdi su del 28,5 per ceno in un anno. Eppure dal Viminale tutto tace”, si legge sulla grafica che ripropone il virgolettato del giornalista. “Arriverà presto il giorno in cui dovranno rispondere delle loro politiche anti-italiane”, scrive la leader di Fratelli d’Italia. “E dovranno presentarsi al cospetto dei cittadini in libere elezioni”.

Gli sbarchi continuano a ritmi incessanti. Venti tunisini, fra cui 3 donne e 2 minori, sono sbarcati durante la notte scorsa a Lampedusa. L’imbarcazione sulla quale viaggiavano, partita da Kerkennah (in Tunisia), è stata intercettata da una motovedetta della Guardia di finanza. A poco meno di 6 miglia dalla costa. In giornata, altri 32 cittadini tunisini, con due diverse imbarcazioni, sono giunti sull’isola. L’hospot della più grande isola delle Pelagie al momento contiene  640 ospiti. Ieri sera, con il traghetto di linea, che è giunto all’alba a Porto Empedocle, erano stati trasferiti 82 migranti, altri 80, invece, ieri mattina.

Le ong continuano ad avere accessi ai porti.A nche Aita Mari, la nave battente bandiera spagnola, ha ottenuto il porto. Le autorità italiane le hanno assegnato Augusta, in provincia di Siracusa. Dove l’imbarcazione si sta dirigendo. Per procedere allo sbarco dei 112 migranti a bordo. La nave ha trascorso oltre una settimana ferma davanti alle coste italiana. Facendo pressione sulle nostre autorità per ottenere il pos. Non è stato mai ipotizzato da parte dell’equipaggio di dirigersi verso la Spagna, Paese d’origine della nave.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.