Ilaria Salis, Marcora (FdI): “Pignoratele gli stipendi da eurodeputata”

“Che Aler si attivi subito per pignorare i futuri stipendi da parlamentare europea di Ilaria Salis”. La neo eurodeputata di Alleanza Verdi e Sinistra è stata eletta solo da qualche giorno, ma già stanno arrivando le prime richieste da parte di esponenti politici della destra milanese di trattenere la futura rendita da parlamentare europea. Il motivo? Risarcire il debito maturato per l’occupazione abusiva di un alloggio popolare a Milano. “La cosa positiva della sua elezione nel Parlamento europeo – ha sottolineato il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Enrico Marcora – è la possibilità di Aler di recuperare l’importante somma dovuta”. 

La richiesta di Marcora, in effetti, poggia su basi solide. Come riporta il Corriere, a Milano in viale Romagna risulta un credito che si aggira attorno ai 90 mila euro, per l’occupazione — contestata a Ilaria Salis — di un appartamento in zona Navigli a partire dal 2008. I canoni arretrati sono stati poi calcolati con la massima maggiorazione prevista, cioè del 150 per cento. E, nel tempo, l’ammontare è lievitato fino alla cifra contestata. Adesso Aler fa sapere che, “come avviene in tutti i casi analoghi”, seguirà “tutti i percorsi previsti dalla legge per recuperare il credito”. Nessun trattamento privilegiato per la neo deputata europea.

Dopo la richiesta del consigliere comunale di Fratelli d’Italia, è intervenuto l’avvocato Eugenio Losco, legale di Ilaria Salis. “Bisognerebbe prima avere un titolo esecutivo. Dunque un provvedimento dell’autorità giurisdizionale che accerti che vi sia stata una occupazione senza titolo dell’immobile. Poi la messa in mora e la richiesta di pagamento. Poi con il titolo esecutivo si potrà richiedere eventualmente il pignoramento. Al momento tutto questo manca”. Marcora ha chiesto all’Aler di attivarsi subito “per pignorare i futuri stipendi da parlamentare europea di Ilaria Salis. Non risulta alcuna sentenza – prosegue l’avvocato – che abbia accertato l’occupazione senza titolo da parte della signora Salis di via Borsi 14. Quella riportata nei giornali è una contabilizzazione interna, forse necessaria ai fini di bilancio. E si fonderebbe su un accesso nel 2008 senza ulteriori accertamenti sull’occupazione dell’immobile da parte della signora Salis”.

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.