Il M5S si vendica, spunta il video del candidato di Azione che si disse “fiero di essere camorrista” (Video)

M5S e Calenda ai minimi termini. Nella campagna elettorale del centro-sinistra, fatta più che altro di accuse e recriminazioni, polemiche pretestuose e fumosi giochi di specchi, non poteva mancare l’ultima querelle al vetriolo tra Azione e M5S. Che tra i due schieramenti non scorra buon sangue non è certo una novità. Così come sono arcinote la diffidenza e la disistima politica che Carlo Calenda nutre da tempo immemore verso i grillini. Un’ostilità viscerale, quella del leader di Azione, che ha portato spesso il mentore del Terzo Polo a sentenziare veti incrociati e ad  apostrofare gli avversari a cinque stelle come «la truffa della politica italiana. Come parlamentari che «non sanno dove sta di casa la responsabilità», descrivendoli nella migliore delle ipotesi come debuttanti allo sbaraglio da tenere d’occhio… Ebbene oggi il Movimento restituisce pan per focaccia, animando una diatriba che accende i riflettori sui fanalini di coda del centrosinistra di questa affannata corsa a ostacoli elettorale

L’obiettivo nel mirino grillino è Calenda ovviamente. Ma per centrare il colpo i 5S si rifanno a un discusso video che risale a due anni, in cui Pasquale Del Prete, un esponente di Azioneattualmente in corsa per un posto alla Camera in Campania, pronuncia una frase finita all’indice e riperticata ad hoc: «Fiero di essere camorrista». L’impronunciabile rivendicazione, datata 2020, è ripresa in un video che il M5S ha pubblicato oggi sulla sua pagina Facebook con tanto di didascalia sardonica di accompagnamento al post, in cui si legge: «E lo dice sul serio Eccovi Pasquale Del Prete, astro nascente del partito di Calenda, che oltre a candidarlo per un posto in Parlamento, l’ha anche nominato vice segretario provinciale. A Napoli. E dire certe cose in un territorio già martoriato e segnato dalla camorra ha un significato inquietante».

E ancora: «Diciamolo chiaramente – è scritto nel testo del M5S – queste condotte sono nauseabonde. Soprattutto per tutte le persone oneste, non solo di Napoli, ma di tutta Italia che lottano e hanno lottato per affrancarsi dal giogo mafioso». Finita qui? Neanche per sogno… Non ancora paghi, infatti, gli attivisti hanno concluso il post d’attacco focalizzandosi poi direttamente sul leader di Azione, chiamato in causa con queste parole: «Se avesse una coscienza civica Calenda prenderebbe subito le distanze. Quindi non ci facciamo alcuna illusione». E la sfida continua…

Sotto, il video postato dal M5S sui profili social del Movimento da Twitter. In alto, foto dal profilo Facebook di Pasquale Del Prete

Guarda il Video

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.