Crea sito

Il M5s sempre più negli abissi, Piera Aiello sbatte la porta e se ne va: “Ideali traditi, decide tutto Bonafede”

By Gaetano Daniele

Il Movimento 5 Stelle continua a sprofonda. E perde altri pezzi per strada. Infatti Piera Aiello, lascia il gruppo pentastellato e lo annuncia con un lungo messaggio: “Mi dimetto dal Movimento 5 Stelle, che non mi rappresenta più e continuo la mia attività di parlamentare”.

E ancora: “Ho deciso così di rimettere in discussione la mia vita, tenuta segreta dal lontano 30 luglio 1991, in quanto testimone di giustizia. Quando mi è stata chiesta la disponibilità alla mia candidatura, ho intravisto la possibilità di portare la mia esperienza di testimone in un’aula parlamentare dove poter esporre le problematiche dei testimoni, dei collaboratori di giustizia e degli imprenditori vittima di racket e di usura”.

Ma secondo la deputata grillina questi valori sono stati traditi dal M5s. E punta il dito amche contro il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede: “È sempre il ministro a decidere tutto e sicuramente non in autonomia, poiché il 90% degli emendamenti portati in commissione e poi in aula vengono bocciati e spesso senza alcuna motivazione valida”.

Insomma un cazzotto in faccia ad un M5s che negli ultimi 3 anni è riuscito a rinnegare se stesso al punto da allearsi non solo con il PD, ma finanche con Matteo Renzi. Quando si dice: non conoscono vergogna.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.