Il dietrofront di Biden: non invieremo missili a medio raggio a Kiev. Zelensky ha sbagliato a fidarsi?

“Non invieremo in Ucraina sistemi missilistici che possono colpire all’interno del territorio della Russia“. L’annuncio di Joe Biden viene letto dagli osservatori come un primo importante paletto posto dagli Usa dinanzi alle pressanti richieste dell’Ucraina. Una prima, impercettibile crepa, dell’asse con Zelensky.Dunque Washington non invierà a Kiev sistemi missilistici a medio raggio che possano raggiungere il territorio russo. E il messaggio è considerato «inatteso e compromettente» negli ambienti governativi vicini a Volodymyr Zelensky. A Kiev la convinzione era tutt’altra, e cioè che l’arrivo di armi più potenti, chieste a gran voce dal presidente ucraino, fosse imminente.Invece ora questa mossa di Biden “rischia – affermano alla Stampa fonti di Kiev –  di agevolare l’opera di sfondamento degli “invasori” russi a danno della resistenza ucraina. Nei giorni scorsi era rimbalzata la notizia che la Casa Bianca stava preparando un nuovo pacchetto di aiuti militari che avrebbe incluso anche sistemi di missili a medio/lungo raggio. Si tratta del Multiple Launch Rocket System (Mlrs) e dell’High Mobility Artillery Rocket System, noto anche come Himars, una versione più leggera del primo ma capace di essere armata con lo stesso tipo di munizioni. Entrambi i sistemi possono lanciare da piattaforme di terra e navali oltre che da veicoli mobili, raffiche di razzi con una gittata sino a 300 chilometri contro bersagli terrestri. Ben oltre quindi gli obici Howitzer forniti finora, che hanno una gittata massima di 25 chilometri”.Ma la Casa Bianca ha bloccato l’invio. E se Kiev non l’ha presa bene, da Mosca la reazione è ben diversa. Arriva un cauto apprezzamento.  «Una decisione ragionevole», ha osservato il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, ricordando che in caso di attacchi alle sue città la Russia colpirebbe i centri «decisionali criminali», alcuni dei quali sono «ben lontani da Kiev».

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.