Crea sito

Giuseppe Conte, Italia Viva conferma quello che diceva ith24 il 3 e il 14 aprile sul Mes: “Lo ha già accettato però finge di stare trattando”

By Fabio Vacca (per ith24)

Ith24 è stato il primo portale d’informazione nazionale a lanciare l’indiscrezione sul Premier Giuseppe Conte che, attraverso accordi istituzionali lo avrebbe già accolto nonostante le mille difficoltà interne alla maggioranza. Superate poi grazie alle nomine.

Leggi anche:

L’ulteriore conferma arriva dalla mano tesa di Conte a Forza Italia per provare ad uscirne, con l’intervista di ieri al Giornale, dove la laccata è di quelle senza precedenti con un Cavaliere che pare abbia lasciato gli stivali in scuderia.

Ma a confermare la tesi di ith24, è l’eurodeputato renziano Sandro Gozi: “Esegesi dell’intervista: ho già detto sì al Mes ma non so come dirlo ai miei del Movimento Cinque Stelle. Il governo italiano, all’ultima riunione dell’Eurogruppo, ha già accettato il nuovo Mes, unico strumento immediato per ottenere risorse fresche per affrontare l’emergenza. Conte sa benissimo di non potersi permettere di dire no, ma sta cercando di far credere, a fini tutti interni, che ci sia ancora chissà qual trattativa in corso. Non c’è. E il premier cerca solo di preparare il terreno al suo scontato sì. Del resto, l’Italia è l’unico paese in Europa dove esiste uno scombiccherato fronte ideologico no-Mes, che va da Lega e Meloni ai Cinque Stelle neppure Podemos in Spagna si sogna di dire no a risorse irrinunciabili e senza condizioni”.

E se Berlusconi oggi appare il più aperto all’alleanza con PD e Renzi, tanto vale scaricarlo al primo semaforo, chissà, forse domani ce lo ritroveremo a tifare anche porti aperti a suon di “Bella Ciao”.

Fatto è che l’Europa non si discute: quando decidono, non ce n’è per nessuno.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.