Giovanni Toti, revocati i domiciliari a Cozzani: svolta nell’inchiesta

La gip Paola Faggioni ha accolto l’istanza presentata dall’avvocato di Matteo Cozzani, revocandogli gli arresti domiciliari, dove si trova dal 7 maggio nell’ambito dell’inchiesta sulla corruzione. Cozzani è accusato dai pm genovesi di corruzione elettorale con l’aggravante di aver agevolato la criminalità organizzata per il presunto voto di scambio. A fine maggio si era dimesso dall’incarico di capo di Gabinetto della Regione Liguria e, proprio le dimissioni, sono state considerate dalla gip determinanti per l’attenuazione della misura.

“Il comportamento serbato dall’indagato durante il periodo di sottoposizione alla misura cautelare e, in particolare le intervenute formali dimissioni dall’incarico di Gabinetto del Presidente della Regione Liguria, costituiscono – scrive la gip – elementi favorevoli all’indagato che fanno ragionevolmente ritenere che le esigenze cautelari, sia pure ancora presenti, si siano ridimensionate”. Per l’ex braccio destro di Toti, disposto l’obbligo di dimora a Genova con la prescrizione del divieto di uscire dalla propria abitazione dalle 19.00 alle ore 8.00, insieme all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte alla settimana.

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.