Crea sito

Gaetano Daniele: “Giustizia è quasi fatta. Mi hanno convocato i carabinieri, il processo è alle porte: Niccolò, la prostituta ed il padre pluripregiudicato”

Gaetano Daniele ith24

Il padre pluripregiudicato della fanciulla di Ercolano, ruba nella abitazione dell’ex marito della figlia .Che noi definiamo prostituta nel linguaggio perché la ragazza in più occasioni, tramite registrazioni in nostro possesso, dichiara testuali parole: “me ne sono scopata a 100. Sono bella e le cose belle si fanno vedere. Uomini come Niccolò ce ne sono 100. È solo uno come tanti. È mi paga! È, è, era lui con me, mo l’hai scoperto? E mo che vuoi?”. Ovviamente le telefonate sono al vaglio degli inquirenti. Non spezzoni. I file completi.

Mentre svaligiavano l’appartamento, attraverso buste nere della spazzatura, venivano ripresi. Soldi e oro: tutto andato a puttane. L’ex marito, insieme al figlio, chiama i carabinieri. Si avviano le procedure per un inseguimento. I ladri, padre e figlia, viaggiavano a bordo di una Fiat 600 rossa. Non solo. Prima di lasciare l’abitazione, il padre della fanciulla, noto esperto in fughe, buca la ruota dell’auto della macchina dell’ex marito. Portano via le chiavi dell’auto e quelle dell’abitazione. Infatti, al rientro, l’ex marito ed il figlio, sono costretti a chiamare i vigili del fuoco e a cambiare non solo la serratura di casa, ma amche il contatto chiavi dell’auto. Un danno non indifferente. Insomma, come si suol dire, oltre al danno anche la beffa. I Carabinieri, sulle tracce della Fiat 600 rossa, telefonano all’ex marito e lo invitano, nel frattempo, a sporgere denuncia in Caserma.

Et voilà. Proprio stamattina 03/04/2021, la coincidenza. Ci chiamano i Carabinieri per segnalarci che il pubblico ministero ha preso in carico il procedimento penale. Processo alle porte. Giustizia è quasi fatta.

Ricordiamo che la fanciulla di Ercolano, che fino ai processi non citiamo, è stata anche denunciata insieme ad un ragazzo che lei indirettamente indica quale Niccolò, per aver presentato una serie di buste paga di €1200 poi risultate false, a diverse compagnie finanziarie. Non un caso singolo. Difatti, le società coinvolte sono 4: findomestic, Compass, Intesa San Paolo e Unicredit. Per un danno complessivo che si aggira intorno ai 7 mila euro. La ragazza viene subito protestata e segnalata all’ufficio antifrode. Ma viene anche denunciata al nucleo investigativo della Guardia di Finanza.

Non solo. Come ricordato nei Post precedenti, a seguito di una nostra indagine, siamo venuti a conoscenza che anche il padre della ragazza ha delle pendenze con le stesse società finanziare per circa 12mila euro. Nonché protestato. Anche se questo sembra essere il male minore. Infatti, risulta condannato in via definitiva per ricettazione, furto e truffa aggravata.

Ma la sceneggiata da parte della fanciulla continua. Infatti, dopo aver appreso i nostri post, cerca di correre ai ripari. Chiama il figlio che non vede da settimane. Forse in questo è anche merito nostro. Ed ith24 di meriti ne ha parecchi, come aver messo in guarda un imprenditore di Portici che frequentava la fanciulla nel 2017. Infatti non solo testimonierà nei vari procedimenti civili, ma ci ringrazia per avergli aperto gli occhi, e addirittura per avergli salvato la vita da un raggiro che gli sarebbe costato molto caro. Oggi è felicemente fidanzato.

Le scuse della fanciulla sono ripetitive, un The Same a quelle dei mesi precedenti. Si improvvisa artista, disegnatrice, forse è anche brava, ma il suo fine è Niccolò, e non solo.. Prima di lui altri 10. Come un polipo gettò i tentacoli. Molti sono scappati. Altri sono rimasti attaccati. Sembra la storia di un mio collega che si iscrisse all’Istituto Professionale sol perché era frequentato da sole fanciulle

Ma qui i raggirati stanno pian piano aprendo gli occhi e ci scrivono. Sono tanti. Troppi. Come il tempo che ha impiegato per dedicarsi ad ognuno di loro sottraendolo al figlio, che oggi, sentendosi tirata in causa, cerca di recuperare, di lavarsi la faccia, ma ormai l’ha persa.

Forse cercava di dimostrare a Niccolò, e ai suoi tanti corteggiatori, che lei, in fondo, è una vittima. Si, una vittima. Proprio come le società finanziarie che la rincorrono.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.