G20 di Bali, il dialogo tra Usa e Cina. Biden a Xi Jinping: “Presidente, è bello vederla”

Si è concluso dopo oltre tre ore l’incontro a Bali tra il presidente americano Joe Bidene quello cinese Xi Jinping. Lo riferisce la Cctv, televisione di Stato della Repubblica popolare. «È bello vederla», aveva detto lo statunitense stringendo la mano al cinese. Quello di Bali è il primo bilaterale di persona tra i due leader da quando da quando Biden è alla Casa Bianca. Le attuali relazioni tra i due Paesisono improntate a reciproca diffidenza. In realtà, i punti che dividono Washington da Pechinosono molteplici. Certamente più di quelli che li uniscono. A cominciare da Taiwan, che la Cinaconsidera un fatto di politica interna mentre per gli Usarappresentano una questione di capitale interesse geopolitico per gli equilibri commerciali e militari dell’oceano Pacifico.

Ufficialmente gli States non riconoscono l’ex-Cina nazionalista, ma di fatto ne garantiscono l’indipendenza. È solo uno dei motivi del contenzioso cino-americano. Non per niente, nel suo breve intervento all’inizio del bilaterale, Xi Jinping ha sottolineato che «come leader dei due principali Paesi, dobbiamo trovare la giusta direzione per le relazioni bilateraliin futuro ed elevarle. Il nostro incontro – ha aggiunto – ha attirato l’attenzione del mondo, quindi dobbiamo lavorare con tutti i Paesi per dare maggiore speranza alla pace nel mondo, maggiore fiducia alla stabilità globale e forte impulso allo sviluppo comune». Una disponibilità a cooperare che Biden non ha lasciato cadere.

«Sono impegnato – ha detto il presidente Usa – a mantenere aperte le linee di comunicazionetra me e voi personalmente, ma anche tra i nostri governi, perché i nostri due Paesi hanno molte cose da affrontare. Dobbiamo dimostrare che Cina e Stati Unitipossono evitare che la competizione diventi qualcosa di simile a un conflitto». Il bilaterale tra Biden e Xi Jinping ha registrato anche un incidenteoccorso ad una giornalista americana che aveva chiesto al presidente americano se nel corso dei colloqui avrebbe sollevato la questione dei diritti umani. A quel punto, un uomo della delegazione cinese ha tirato indietro la giornalista afferrandola per lo zaino. Questa ha perso l’equilibrio senza cadere ed è stata spinta verso la porta. Due membri dello staff della Casa Bianca sono intervenuti chiedendo che venisse lasciata in pace.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.