Fuochi di Natale a Ercolano. La mega rissa alla faccia delle regole e del lockdown infiamma i Social [Video]

A Natale siamo tutti più buoni. A Ercolano, ieri sera, hanno smentito il proverbio. Infatti, nonostante il clima natalizio e infischiandosene del lockdown, decine di giovani hanno dato vita a una mega rissa.

Clicca sul Link e guarda il video

Clicca sul Link e guarda il Video

La maxi rissa in strada a Ercolano, in provincia di Napoli, tra le macchine parcheggiate e la gente indignata dalle finestre a riprendere la scena, ha scatenato l’ira sui social. Nonostante il lockdown decine di persone si sono picchiate con calci e pugni tra le urla e i clacson impazziti. Il video, diventato virale in rete, è stato postato da un uomo che racconta il triste spettacolo commentando: “Questa è Ercolano”.

Tra i primi a pubblicare il video, il politico napoletano Francesco Emilio Borrelli.“Salve consigliere, mi scusi se le scrivo la sera della Vigilia ma voglio mandarle il video della rissa natalizia a Ercolano. Mi vergogno io per loro”, si legge nel post di accompagnamento.

Raffaele Di Maggio firma uno dei commenti che riscuote più like. “Il vuoto assoluto persone travolte dalla loro ignoranza.Qualcuno dice dove è lo Stato? Lo Stato sono le persone e in quel territorio il problema è complesso. Famiglia, scuola, valori, cultura, ambizione, rispetto per il prossimo. Dove sta andando questa gioventù senza regole!”.

Ma guai a circoscrivere il fatto a un problema di Napoli. Nella Capitale, a dicembre, ci sono state due maxi risse. Una al Pincio, il 5 dicembre. E l’altra, una settimana dopo. Poco distanti, nella zona di Villa Borghese. La prima, documentata con una serie di video, pare sia nata da una sfida sui social tra due ragazzine. Degenerata in una maxi rissa. Quella del 12 dicembre, invece, è stata tutta fra minorenni. Due comitive di ragazzini: nove tredicenni e un quattordicenne, del Salario e del Nomentano, si sono scontrate, sembra dopo una lite, nella zona di piazza di Siena, ma sono state subito bloccate dall’intervento della polizia che aveva organizzato un presidio di vigilanza a piazzale delle Canestre per scoraggiare qualsiasi tipo di episodio di questo genere.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.