Fascismo a Caserta? Gaetano Daniele: “Ora mi butto con i camerata, e voto Zinzi, solo così possono cambiare le cose”

By Gaetano Daniele

Dopo settanta anni dalla sua morte, il fascismo continua ad essere alla ribalta benché i fascisti non ci siano più, se si escludono alcuni esponenti di CasaPound, che alle elezioni riescono a malapena a raggranellare lo 0,3 per cento. E a Caserta non esistono!. Sabato sera ero a cena con alcuni amici e si discuteva proprio di questo. Molti si lamentavano del Sindaco uscente Marino. Si lamentavano e parlavano bene di Zinizi. E allora? No. Non lo voglio votare perché è della Lega. Diceva qualcuno. È che cazzo c’entra.

Ormai le camicie nere sono persone da museo delle cere, mentre i loro sfidanti aumentano a dismisura per un semplice motivo: combattere contro un nemico inesistente, scomparso, è poco o per nulla pericoloso. Quando i manganellatori del duce erano numerosi e assai attivi, agivano incontrastati. Oggi che i somministratori di olio di ricino sono vivi soltanto nella memoria offuscata di quattro vecchi rincoglioniti, vengono tirati in ballo ogni giorno quasi fossero una minaccia per la democrazia.

Non è un caso che l’Italia sia il Paese di Arlecchino servitore di due padroni.

Io sono stato anche socialista e non mi sono pentito della mia scelta giovanile, non ho mai aderito alle teorie hitleriane sulla difesa della razza ariana, anche se ho avuto una fidanzata che si chiamava Arianna che votava Margherita, per dire quanto fosse scema, tuttavia non nazista. Difatti gli scemi pullulano in qualsiasi settore della politica, e parlo per esperienza. Ora, di fronte all’ondata modaiola dell’antifascismo di maniera, in assenza di avversari, per fortuna defunti per raggiunti limiti di età, mi viene una voglia irrefrenabile di anticonformismo e di iscrivermi al partito finito nella tomba fondato da Benito Mussolini.

Anzi. Visto che non esiste più, e molti si lamentano di questa sinistra cittadina, mi appello al giovane e brillante Gianpiero Zinizi.Costui mi sta diventando più simpatico e affidabile della concorrenza, nella quale non avendo nulla da dire contro, mi affido al sentire conune: meglio Zinzi.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.