F1, Leclerc manda al manicomio Verstappen e vince in Austria, panico per Sainz: la Ferrari va a fuoco

Una domenica da ricordare per le Ferrari, nel bene e nel male. Charles Leclerc su Ferrari si aggiudica il Gp d’Austria di Formula 1, precedendo il campione in carica Max Verstappen su Red Bull. L’altra Ferrari di Carlos Sainz durante il tentativo di sorpasso su Verstappen esce di gara al 57mo giro e prende fuoco, lo spagnolo è illeso. Terza piazza per un ritrovato Lewis Hamilton su Mercedes.

Leclerc in avvio rimane incollato alla Red Bull del campione del mondo, scattato dalla pole position. Nel 12esimo giro il ferrarista conquista la prima posizione e la mantiene fino alla 27esima tornata, quando effettua il pit-stop. Il monegasco continua a spingere con la rossa e nel 33esimo giro mette a segno un nuovo sorpasso che vale il primato. In seconda posizione a metà gara sale la Ferrari di Sainz, con un vantaggio superiore ai 10’’ su Verstappen.

Il copione cambia nuovamente nel 49esimo dei 71 passaggi: seconda sosta ai box per Leclerc, che sfrutta la gomma più fresca e al 53esimo giro piazza un nuovo attacco vincente. La Ferrari del monegasco è prima, mentre Sainz si avvicina alla Red Bull e insidia la seconda posizione. La 58esima tornata, però, è fatale per la monoposto dello spagnolo, costretto al ritiro per il cedimento del motore con la Ferrari che prende fuoco. Leclerc e Verstappen archiviano la terza sosta ai box nel 59esimo giro e, divisi da 4’’, si avviano a concludere la gara con la gomma media. Verstappen attacca, Leclerc resiste e trionfa: la Ferrari vince.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.