[Il Corvo a ith24] Afghanistan, orrore talebano: “Prima lo legano e lo bendano, poi lo mettono in ginocchio, e infine lo uccidono”. “Questi sono i talebani. Se dovessimo cedere alle trattative, perdiamo tutti”

By Il Corvo

Chi pensa solo lontanamente che la strategia migliore da adottare è trattare con i talebani, perdiamo tutti. Con i terroristi non si tratta, mai. Anche se ciò significa sacrificare qualche vita. Sarò impopolare. Ma è la triste realtà per stanare, alla lunga, un male che dura da troppi anni, non solo in Afghanistan.

I talebani avevano garantito che non ci sarebbero state violenze. Ma le immagini che arrivano dall’Afghanistan, di cui ho vissuto in prima persona, ci confermano che chi sperava in una svolta pacifica si è solo illuso. Da Kabul arrivano le solite immagini, è orrore. A finire sotto i colpi talebani è un ufficiale.

La esecuzione è di quelle tipiche: si vede chiaramente l’ufficiale con una benda sugli occhi e le mani legate dietro la schiena in ginocchio di fronte ad alcuni talebani armati. “Come ti chiami?”, gli chiede. “Haji Mullah Achakzai”, risponde il prigioniero. “Come ti chiami, dicci più forte”, gli urla l’altro. Lui ripete: “Sì, sono il generale Achakzai”. Pochi secondi dopo arrivano le raffiche di Kalashnikov sparate a bruciapelo. L’ultima immagine è il corpo a terra.

Achakzai era capo della polizia nel governatorato orientale del Baghdis. La sua morte brutale non lascia dubbi ed è la prova che in Afghanistan è partita l’offensiva dei talebani contro gli ufficiali del governo appena caduto. Ancora non si sa quanti morti e prigionieri ci sono. E questo non è dato sapere.

Quello che è certo è che migliaia di soldati sono fuggiti all’estero per evitare si essere catturati e uccisi. Il ritiro forzato degli Usa (Nato) e delle forze alleate è stato un disastro. Quasi preannunciato.

E intanto il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin ha affermato, parlando con alcuni deputati statunitensi, che i cittadini americani erano stati picchiati dai talebani a Kabul. Austin ha definito questo gesto “inaccettabile”. Tuttavia, ha aggiunto, che generalmente i talebani non stanno ostacolando gli americani che cercano di raggiungere l’aeroporto. Ma non è vero. Molti conflitti non vengono diramati.

Interpellato su questi eventi il portavoce del Pentagono John Kirby si è detto “profondamente preoccupato” e ha spiegato che era stato comunicato ai talebani “che sono cose assolutamente inaccettabili e che vogliamo il passaggio libero ai loro posti di blocco per gli americani”.

È inaccettabile. Si stanno rinnegando anni e anni di battaglie in favore della democrazia. Per non parlare dei nostri caduti.

Il Corvo

Pubblicato da edizioni24

Sito a cura di Rita De Marco dal 07/09/2021. Rita De Marco è una studentessa di Napoli, aspirante giornalista, fashion Blogger. Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.