[Esclusiva] Inviato ith24 a Mariupol, riprende il quartiere sud dopo i bombardamenti. Ecco la situazione (Foto e Video inedite)

By Daria Mikhieieva (Per ith24)

La citta di Mariupol’ è la citta di Santa Maria. Cosi si traduce in merito alla Santa Maria Maddalena. MARIANAPOL è il nome originale. È soprannominata “il posto del paradiso” e la città vicino al mare.
Si dice che Mariupol’ ha accolto i profughi dalla Crimea e che Santa Maria li aiutava.
Ora però sembra che S.Maria abbia lasciato questo posto.
Qui uccidono bambini e tutte le loro mamme. Le donne incinte partoriscono nei sotterranei e i neonati muoiono disidratati.  Come è stata possibile una cosa del genere nel XXI secolo?

Le notti vissute dagli abitanti di Mariupol’ ormai trascorrono tra ori insonne e preghiere, solo per riuscire a sentire la voce dei propri cari il giorno dopo.
I russi, già nel 2014, tentarono di
occuparla nel 2014 così come Kunzhi (città dell”Azerbaijan che è stata occupata dai Russi ) ma non ci sono riusciti.
Per questo ora stanno cercando di eliminarla dalla faccia della terra.

L’ anima della città  è il Teatro Drammatico, che si trova in centro; in merito a ciò questo teatro non è stato costruito lì a caso, anzi è stato edificato sulle macerie della chiesa di Maria Maddalena. Purtroppo questa chiesa è stata distrutta. Da chi? Dai russi.
Questo posto prima della guerra era conosciuto da tutto il popolo ucraino. Un porto importante situato vicino al mar d Azov con importanti reti commerciali: Azov Stal e la fabbrica di metalli di Mariupol’. La sua produzione ha avuto un ruolo molto importante nell’ esportazione ucraina.


Nel primo mese di attaccl di Putin, Mariupol’ è diventata un simbolo di tragedia del fascimo russo contro gli ucraini.
Un posto che in meno di un mese ha perso più di 1500 persone, che sono rimaste senza casa, acqua, gas, implorando aiuto, ma è come se nessuno li sentisse per via della debole connessione tra i paesi! (  i parenti sono impossibili da raggiungere telefonicamente  a causa dell’ assenza di linea) Li circondavano “mostri” umani. Persone che distruggevano tutto.

Un posto che ha accolto bombe e bombardamenti, proteggendo le città confinanti.  Un luogo che il presidente dell’ Ucraina Volodymyr Zelenskiy ha definito “città-eroe” e Papa Francesco “città-martire”…

L’ironia del destino vuole che prima della guerra, Mariupol’ , così come la maggior
parte delle città di Donetsk, parlava maggiormente la lingua russa proprio perché i russi hanno pensato di “aiutare” gli ucraini distruggendo ospedali, case, scuole, chiese…

Brucia il Teatro Drammatico dove i russi sanno per certo che proprio lì sotto,nei sotterranei, si trovano più di migliaia di donne e bambini, disarmati, spaventati, esausti! . Proprio loro sono stati raggiunti da bombardamenti e da un terribile crollo.
Un terzo di loro non è usciti da li. La parte restante non è stata liberata subito, non riuscendo a differenziare le persone dagli ammassi di muri crollati!
I seviziatori fascisti russi non mandavano persone ucraine ad aiutare le persone in pericolo!
Questo non è altro che  un genocidio di massa  che non ha fine.

I russi hanno preso sotto assedio Mariupol’, senza che la città abbia contatti col mondo esterno, attaccando le macchine Ucraine mandate per aiutare le città. Ammazzano i volontari che cercano di entrare per portare acqua e cibo per le persone di Mariupol.


La maggior parte delle infrastrutture sono danneggiate, le persone muoiono,se non per i bombardamenti, per le torture, per mancanza di cibo, disidratazione, infezioni. Prima di chiudere gli occhi per un’ultima volta l’ultima cosa che scorgono sono i pezzi di corpo stracciati dei loro vicini, ma che non hanno di raccogliere dalle strade…

Questo Video è stato girato in esclusiva da un nostro collaboratore a Mariupol. I russi vietano di girare video ed inviarli per paura che vengano indicate postazioni militari, aree e posizioni. Per fortuna siamo riusciti ad avere il video subito dopo i bombardamenti.

Molte persone di Mariupol’ restano nei
sotterranei, vivi accanto ai morti. Le persone che hanno fatto tutto questo invece sono ancora in vita…

Ma noi speriamo li giustizino prima in terra e poi in cielo da Dio. Questa volta il giudizio sarà misericordioso ed equo.!

Un altro caso di deportazione nel territorio del paese russo. Questa volta sono persone che a forza sono state deportate. Sono pazienti di ospedali   e dottori della casa di cura №2

Gli occupanti continuano a rapire con costrizione gli abitanti di Mariupol. Più Di
70 persone sono state trasportate via dalla casa di cura N 2.

In Esclusiva ith24, l’auto su cui viaggiava una intera famiglia compresi due bambini. Colpita, ma per fortuna nessun ferito.

Le truppe russe continuano a deportare le persone nel loro territorio. I 20000 cittadini vengono privati dei loro documenti di identità e portati nei campi russi. Il motivo rimane sconosciuto.

In precedenza si sapeva della deportazione del personale.
Putin ha emanato delle leggi disumane per gli abitanti di Mariupol: se l arma ucraina consegnerà la città in mano russi, libererà i cittadini.
Ha dichiarato ciò in una conferenza con il presidente della Francia Emmanuel Macron.

Quello che fa la russia è solamente violare
i diritti umani. Si puoi paragonare alla seconda guerra mondiale. Ma l Ucraina farà in modo che nessun abitante di Mariupol lasci il proprio paese per via degli invasori. Noi creiamo una base per le persone deportate e sviluppiamo un piano di ritorno per i connazionali. E un duro lavoro che realizziamo, sviluppato da Zelenskyy.
‘ Faremo di tutto per far tornare le persone a casa’ ha dichiarato il presidente

Gloria all’Ucraina!

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.