Crea sito

Ercolano, Caso O. E I, gola profonda a poche ore dalla verità: emergono nuove minacce e nuovi video, e all’ex marito: “io ti devo uccidere fino all’ultima goccia di sangue a terra. Poi cita il clan Vollaro: “mia sorella li conosce, ti faccio sparare..”

By Pistone

A poche ore prima del giorno verità, continuano ad emergere nuovi audio tra Olga Elisabetta Infante e l’ex marito. La donna è un Vietnam. La mamma violenta assume le vesti di un Capo clan, e minaccia di morte l’ex marito: “ti devo uccidere a terra fino all’ultima goccia di sangue”. E ancora: “mia sorella è amica dei Vollaro, ti faccio sparare”. Insomma, altro che Alice nel Paese delle meraviglie. Il quadro che sta emergendo in queste ultime ore, fa paura.

La serie di comportamenti capaci di mettere a rischio l’incolumità dell’uomo e la serenità del minore, ha portato all’emissione nei confronti della donna di un ordine di allontanamento familiare?

Come alcune dichiarazioni scritte anche dai legali della ragazza in merito ad un ricorso giudiziale depositato nel 2017.. Difatti, da indiscrezioni, tali affermazioni non troverebbero nessun riscontro. A tal proposito, saranno costretti a mosrrate prova di qiamto affermato “numero RG” per non incorrere in mendaci dichiarazioni. art. 495 Codice Penale.

Il film che la donna ha proiettato, una volta raggiunto lo scopo, non solo non trova riscontri, ma offende la intelligenza dei magistrati attraverso continue bugie e mistificazioni. Condotte che ith24 e il Notiziario denunciano ormai da 12 mesi. .

Ora i Pm dovranno valutare queste ulteriori prove di minacce avvenute negli ultimi mesi. E non solo.

Nuove nubi giudiziarie si addensano sul nuovo che, neppure nato già vede ulteriori elementi. Già, perché mentre l’ex marito provava a fare il pompiere e a buttare acqua sul fuoco delle polemiche che divampavano (vuoi fare le cose civili o no?) l’ex moglie rincara la dose: “io ti devo uccidere fino all’ultima goccia di sangue a terra”. Forse per tenere lontano figlio ed ex marito da occhi indiscreti. Infatti, secondo quanto apprende ith24, le minacce sono gravissime e meritano una presa di posizione da parte delle autorità giudiziarie.

L’imbarazzo oltre alle botte che ha investito il piccolo negli ultimi anni erano pane quorodiano. E superano ogni immaginazione. Partendo dalle aggressioni ad una maestra anziana fuori scuola proprio alla presenza del minore, fino alle molteplici diffamazioni riportate ad estranei conosciuti a mezzo social.

Una mente diabolica, ma non lucida, disturbata e contraddittoria. (Mio marito è pazzo, dirà. Nonostante le molteplici circonvenzioni al minore: “tu qua non puoi stare, vattene da tuo padre, pacco deviato”.

Il 12 settembre 2020 alza, alla presenza del figlio, un coltello da macellaio minacciando di uccidere l’ex marito a sangue. Allertata la Polizia, la donna tenta le ennesime giustificazioni “farsa”, le cosiddette finte lacrime. Passa in men che non si dica da carnefice a vittima. E alla presenza di due agenti in forza alla Questura di Caserta, dichiarerà testuali parole: “mio marito si compra i giudici, vince tutte le cause”. Quasi a voler passare per ingenua, una vittima nelle grinfie di un mostro. Una ne pensa e cento ne dice inconsapevole che l’ex marito, ritenendola a suo dire inferma di mente, filma e registra tutto. Solo il tempo l’avrebbe smentita. E l’ex marito aveva ragione. I video che stanno emergendo gelano il sangue nelle vene. “Ti faccio sparare, ti devo uccidere fino all’ultima goccia di sangue a terra”. E cita un clan di Camorra: “I Vollaro” di Portici.

Ci viene difficile pensare come un pazzo riesca poi a comprarsi giudici e sentenze… È proprio il caso di dirlo: “Roba da pazzi”. Ma il fine ultimo della donna furba, era quello di passare appunto per vittima. Indifesa. Percossa. Entrare nelle grazie del sistema e perché no, farsi considerare. Strategia adottata già nel 2017 con un imprenditore di Portici finita a carte 48.

Il nostro auspicio è che finita la commedia, non attenti alla vita di altri. Infatti, inconsapevole di essere filmata, faceva invidia alle migliori attrici horror, con in mano un coltello da macellaio. (Tutto filmato e alla attenzione dei PM).

Denunciata anche da una insegnante 70enne, è imputata per aggressioni. E ne diserta le udienze rinunciando di fatto ad una difesa che a par nostro farebbe acqua da tutte le parti, viste le testimonianze di altre insegnanti e mamme presenti alla sceneggiata.

Di certo non possiamo dire che i familiari che consigliamo la donna siano angeli dalle ali bianche. La sorella, che cita nel video, tra il 1997/98 (anno più anno meno) sposa il killer di fiducia del Clan Birra. I genitori, entrambi pluripregiudicati, nel 2017 finiscono in gattabuia per truffa aggravata e continuata. A tutto oggi indagati proprio per furto e truffa.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.