Crea sito

Ecco come farsi prendere in giro da Giuseppe Conte, lockdown a Natale: Dagospia sul “gioco sporco” del premier

Lockdown? Io non faccio previsioni per Natale. Abbiamo preso le misure più adeguate e sostenibili per prevenire un lockdown ma è chiaro che molto dipenderà dal comportamento dei cittadini”.

Così Giuseppe Conte si è sostanzialmente smarcato dell’emergenza coronavirus, venendo duramente (e giustamente, viene da dire) criticato da Dagospia: “Come farsi prendere per i fondelli da Conte – scrive il sito di Roberto D’Agostino – nella più grave pandemia da un secolo, se le cose vanno bene è merito del governo, se vanno male è colpa dei cittadini? Forse se andremo di nuovo in lockdown dipenderà dal fatto che non è stata adottata nessuna vera strategia per contenere la seconda ondata”.

Parole sacrosante, che inchiodano Conte e la sua squadra di ministri alle proprie responsabilità: troppo facile scaricarle sugli italiani quando non si è fatto il proprio dovere. Inoltre il premier non ha escluso possibili misure restrittive da parte delle Regioni: “Per la Campania come per le altre abbiamo predisposto la possibilità per i presidenti di introdurre restrizioni non appena se ne presentasse la necessità, per quelle di allentamento occorre invece un’intesa con il ministro della Salute”. 

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.