Crea sito

Di Maio come “Balotelli” caccia la “tartaruga”: Il 15 febbraio in piazza contro i vitalizi” Protesta contro se stesso

By Gaetano Daniele

Quando in politica si tocca il fondo, per riemergere si corre il rischio di affogare prima del tempo, e Luigi Di Maio questo lo sa bene. Difatti, dopo le sue dimissioni da capo politico del M5s, pur di riconquistare il suo pubblico, si gioca il jolly della piazza contro i poteri forti. E attraverso i Social lancia la protesta contro i vitalizi e contro chi vuole impedire le proposte portate avanti dai 5 Stelle. Solo quelle di comodo però.

Di Maio contro Di Maio. Di Maio contro la sua stessa maggioranza di governo. Di Maio ha paura e ci riprova. Ma ormai è troppo tardi: “Scenderemo in piazza il 15 febbraio contro il tentativo di reintrodurre i vitalizi. Scenderemo in piazza ogni volta che qualcuno cercherà di far rientrare dalla finestra quei privilegi che abbiamo tolto”.

Insomma, Di Maio come Balotelli, si toglie la maglia e caccia la tartaruga cercando di impressionare con le chiacchiere chi gli ha girato le spalle. Ma dimentica che con quei poteri forti si è alleato, da Renzi a Boschi al PD, contro la volontà delle piazze che oggi invoca.

Purtroppo, caro Gogino, le piazze non sono un telecomando dove si accendono e spengono a proprio piacimento. I muscoli, se li avevi, dovevi cacciarli prima di allearti con il PD, ora è tardi.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.