Crea sito

Daniele: Solidarietà a Massimo Giletti, minacciato di morte in diretta TV: “offese vili e vigliacche”

By Gaetano Daniele

Che i giornalisti vengono presi di mira da chi non ama il diritto di cronaca, è cosa risaputa. Lo scriviamo con cognizione di causa. Specialmente se si racconta la verità.

È capitato al conduttore di La7 Massimo Giletti, che dopo aver cacciato l’ex brigatista Raimondo Etro, viene minacciato di morte con epiteti che si commentano da soli: “Spero ti sparino in bocca”.

“Mi devono sparare in bocca? Le minacce non mi fanno paura. Con questo lavoro le ricevo tutti i giorni e ne sono consapevole”. Afferma Giletti. Poi la precisazione su Etro: “Sono dispiaciuto di aver dovuto mandarlo fuori dallo studio, lui doveva però aspettarsi di essere attaccato su un argomento come il reddito di cittadinanza, ma nel momento in cui si dicono certe cose…forse Etro non era lucido: le mani insanguinate è una cosa che non si può dire qua”. Infine la conclusione al mittente della minaccia: “Sparami in bocca, ti aspetto. Voi scrivete, ma non ne avete il coraggio. Non mi spaventate, mi intristite: la storia vi ha condannato”. 

Dopo queste minacce, non possiamo che esprimere massima solidarietà al conduttore Giletti, per i vili attacchi subiti.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.