Daniele: “Caro Giletti, le telecamere mettile in faccia al presidente dell’INPS Tridico”

By Gaetano Daniele

Caro Giletti, i tuoi servizi sono eccezionali, ma la situazione che si sta verificando nelle periferie e nei quartieri più a rischio, era prevedibile. Tutti sapevano ma nessuno ha fatto nulla. E quelle situazioni drammatiche si stanno trasformando in spettacoli da intrattenimento. Poi se ci scappa il morto, la colpa è della mancanza di cultura che vige in quei quartieri.

Gira le telecamere verso i colpevoli. È lì che devi colpire duro, ed insistere. Ad esempio potresti raggiungere nuovamente il presidente dell’INPS Tridrico, e farti dire del perché il 20 marzo 2020 ha dichiarato pubblicamente di avere i soldi ed essere pronto a pagare e, ad oggi, non si è ancora visto un centesimo? E del perché le migliaia e migliaia di famiglie in difficoltà devono aspettare il 15 aprile (se tutto va bene) quando già oggi non sanno più dove sbattere la testa?

Oppure potresti andare a chiedere spiegazioni al ministro dell’Economia Gualtieri o a Luigi Di Maio. Quest’ultimo scomparso dalla circolazione manco ci fosse una pandemia.

Siate “piantoni” di questi scellerati che dopo aver distrutto e svenduto una nazione, hanno ancora il coraggio di mettere la faccia fuori la porta di casa.

Qui stiamo assistendo ad un’asta al rialzo da parte di politici sulla pelle delle persone: chi offre di più? Chi promuove 1000 euro, chi 2000 etc etc.. ma come? Quando? Se ad oggi non sono stati in grado di inviare nemmeno il minimo comune denominatore (600 euro) per la sopravvivenza quotidiana?.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Una risposta a “Daniele: “Caro Giletti, le telecamere mettile in faccia al presidente dell’INPS Tridico””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.