Daniele: “Alla vigilia dell’Immacolata, l’assurda offesa alla nostra religione, o alla nostra ragione?: un omosessuale si traveste da Madonna… Gesù Gesù Gesù..”

By Gaetano Daniele

Gesù Gesù Gesù, il tuo sacrificio a che è servito? Ce n’era bisogno proprio alla vigilia dell’Immacolata? Evidentemente sì, per proseguire con l’opera di autodemolizione dell’Occidente c’era proprio bisogno che un barbuto militante omosessualista si travestisse da Madonna, con tanto di velo azzurro e di bambino in braccio, e diffondesse tale offensiva immagine, tanto repellente da suscitare la critica perfino di Vladimir Luxuria.

Insomma ci voleva Vladimiro Guadagno per ricordare che la lussuria è una cosa e la bestemmia è tutta un’altra cosa: se per eccitarti o eccitare ti travesti, che so, da Lady Gaga, sono fatti tuoi, se invece ti travesti da Maria di Nazareth sono fatti di oltre due miliardi di cristiani, di quasi due miliardi di musulmani (per i quali la Madonna non è la Madre di Dio ma è comunque immacolata e meritevole di particolare onore), e di non so quante persone non religiose ma non per questo non rispettose.

Un ateo decente legge Lucrezio, approfondisce Darwin, va in libreria a cercare “Il gene egoista” di Richard Dawkins, e non scandalizza nessuno. Travestirsi da Madonna in Avvento, nei giorni precedenti la luminosa notte di Betlemme, è più che una provocazione, è un vandalismo. Somiglia al gettare un secchio di vernice nera sulla Madonna Sistina, equivale a prendere a picconate la Pietà di Michelangelo. Il vandalo in oggetto, di cui non faccio il nome in quanto oltre al fuoco eterno merita la damnatio memoriae, è guarda caso un collaboratore della stessa Unione Europea che poche settimane fa, prima di un’ambigua, non convinta e non convincente marcia indietro, brigava per eliminare la parola Natale e il nome Maria dalla comunicazione sovranazionale.

Allo scopo di abolire anche il ricordo del cristianesimo, troppo fastidioso per chi ha come obiettivo un mondo senza storia popolato da uomini senza peculiare dignità. A Bruxelles risiede un Cesare insaziabile che pretende anche la parte di Dio. Se il tentativo di cancellare Cristo è al momento, temo solo al momento, rientrato, ecco che spunta questo tentativo di sfigurare Maria. Non sono episodi da prendere sottogamba, l’autore dell’oltraggio ha 327.000 seguaci su Instagram ed è un numero che fa venire i brividi, ed è lo stesso social che quando pubblico nudi femminili dipinti da grandi artisti infallibilmente mi blocca. L’estrema, fatiscente modernità ha un problema con la femminilità, chiaro. La Madonna-Uomo non è soltanto un’empietà ossia un’offesa religiosa, è inoltre un vilipendio alla intelligenza di noi comuni mortali, un attacco alla natura umana, un insulto a tutte le donne, un’irrisione a tutte le mamme… A proposito: dov’è la madre del neonato tenuto in braccio? E dov’è il rispetto per un bambino innegabilmente strumentalizzato? Volete vietare gli animali nel circo Orfei e approvate l’uso dei bambini nel circo Sodoma? Non circola soltanto la foto del Madonno Travestito, dallo stesso set demoniaco è uscito anche lo scatto in cui appare un falso San Giuseppe e così la Dissacrata Famiglia è al gran completo, anzi no, mancano ancora gli angeli drag queen ma non è detto che non spuntino, truccati e imparruccati, il giorno della Vigilia.

Già così il presepe è fracassato, il Natale che la commissione europea non è riuscita a sopprimere è snaturato… Che Dio non lo perdoni. Almeno questa volta. Amen.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.