Cuori a pezzi, ritrovato morto il piccolo Sasha, disperso a Kiev. Il post della mamma: il mio amore, il mio angioletto è già in cielo

La ricerca del piccolo Sasha, il bimbo di 4 anni scomparso a metà marzo mentre scappava da Kiev con la nonna, si è conclusa nel peggiore dei modi. Il piccolo è stato ritrovato morto. Come ricostruisce l’Ansa, il bambino era in fuga con la nonna e si trovava nel distretto di Vyshhorod quando sono iniziati gli attacchi dell’esercito russo. Le persone che stavano cercando di espatriare in cerca di un posto sicuro sono rimaste bloccate a causa dei ponti bombardati e delle strade presidiate dalle truppe.

Così, durante un tentativo di evacuazione attraverso il fiume Dnipro, nonna e nipote sono saliti su una delle imbarcazioni che, purtroppo però, non ha raggiunto l’altra sponda del fiume. Sasha era a bordo, poi se ne sono perse le tracce. E il fatto che già la nonna in precedenza fosse stata trovata morta non lasciava sperare per il meglio. La sua mamma, comunque, si era messa alla disperata ricerca del piccolo, annunciando la sua scomparsa e chiedendo possibili notizie a chiunque ne avesse. Del caso si è occupata anche la trasmissione Chi l’ha visto, su Raitre, ma quell’appello purtroppo ora ha avuto la sua risposta. La peggiore…

In Italia, alcune segnalazioni avevano suggerito una particolare somiglianza tra il bimbo disperso e un suo coetaneo, apparso nelle immagini di un servizio del Tg5sui profughi ucraini in un rifugio, al sicuro. Ma le speranze si sono presto dissipate: quel piccolo, così simile a Sasha non era lui. Si trattava solo di somiglianza e suggestioni purtroppo. La stessa madre, Anna Yahno, aveva smentito subito che potesse trattarsi del suo bambino …

Oggi la madre di Sasha, Anna Yahno, ringraziando tutti coloro i quali si sono interessati al suo caso – per la ricerca del piccolo c’è stata una vera e propria mobilitazione di massa, alla quale hanno partecipato anche celebrità ucraine che si sono unite alle ricerche e alla divulgazione dell’appello dei familiari di Sasha – ha dovuto dare il drammatico annuncio: «Abbiamo trovato il corpo di Sasha. Ringrazio chi ha aiutato nella ricerca. Tutti coloro che hanno pregato, avuto fede e che mi hanno sostenuto. Sasha, il nostro angioletto è già in cieloOggi la sua anima ha trovato pace», ha scritto Anna Yahno, che ha anche condiviso una foto del piccolo.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.