Crea sito

Covid, la sberla di Johnson a UE e Italia: Londra fuori dal tunnel. Ora test gratis 2 volte a settimana

Covid, la lezione di Boris Johnson: Gran Bretagna fuori dal tunnel. E ora test gratis per tutti 2 volte a settimana. Da oltremanica continuano ad arrivare buone notizie, che registrano un ottimistico calo del numero delle vittime del virus da mesi ormai. La campagna vaccinale procede spedita, tanto che nelle ultime ore la Gran Bretagna tira un sospiro di sollievo e punta sul monitoraggio annunciando: da venerdì 9 aprile test gratis due volte a settimana per tutti i cittadini

In Gran Bretagna l’ondata epidemica è ormai alle spalle. La massiccia campagna di immunizzazione condotta a tambur battente con piglio militaresco e determinazione politica, ha portato il Paese ad arginare viralità e paure, al punto tale che, negli ultimi report divulgati, il Paese ha registrato 10 morti: il numero più basso dal 14 settembre del 2020. E il dato sui contagi, limitato a 3.423 infezioni. Riscontri che fanno ben sperare, alle quali vanno comparate, nel segno di una proporzione incoraggiante, i quasi 31,5 milioni di cittadini che hanno ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19. Mentre,l come riporta, tra gli altri, il sito di Rainews in queste ore, «Sono invece più di 5,1 milioni coloro che hanno ricevuto anche la seconda dose del vaccino».

Una situazione che tranquillizza le persone e soddisfa il premier britannico Johnson che, dai suoi profili social, a questo punto può semplicemente limitarsi ad esortare «tutti ad assumere la seconda dose, appena viene loro resa disponibile». E, al contempo, procede spedito con il controllo mirato al contenimento di nuove recrudescenze del virus. «Da venerdì 9 aprile tamponi gratis due volte a settimana per tutti i cittadini in Inghilterra», ha annunciato quindi il governo britannico in una nota. Precisando che in aggiunta alle scuole ed ai posti di lavoro, in futuro saranno allestiti nuovi centro per condurre i test rapidi anticovid.

Test rapidi anticovid per tutti: «Chiunque potrà essere sottoposto a tampone. Anche in assenza di sintomi. Con il risultato atteso in 30 minuti». Un nuovo traguardo fissato dalla Gran Bretagna che, gettato il cuore oltre l’ostacolo, è fuori dalla zona pericolo. Tanto che, commentando ottimisticamente lo status quo, il premier Boris Johnson ha concluso dicendo: «Mentre continuiamo a fare buoni progressi nel nostro programma di vaccinazione. E procede la roadmap per allentare cautamente le restrizioni, test rapidi regolari sono anche più importanti per assicurare che i nostri sforzi non vadano sprecati».

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.