Coronavirus, il governatore Fontana a valanga contro il governo: “Mi sono rotto le scatole”

By Giuseppe Falco (per ith24)

Ora basta. Ne ha piene le scatole il governatore della Lombardia Attilio Fontana, del modus operandi di questo governo nazionale a guida Conte, che pare non saper gestire al meglio questa emergenza. Soprattutto sulla fuga di notizie che ha spinto centinaia di lavoratori del sud a scappare dalla Lombardia, mettendo a serio rischio anche la salute dei meridionali.

E a Mattino 5, chiosa: “L’unica cosa in cui la Regione Lombardia è intervenuta, è stata su una telefonata della Cnn che chiedeva conferma del documento, che loro avevano già. Si è cercato di strumentalizzare la situazione come sempre. Ho ricevuto copia del decreto quando ormai era stata già diffusa sui social, cosa che mi ha lasciato perplesso”. Da qui la denuncia in Procura. “Ci troviamo di fronte a numeri tali da dover inventare ogni giorno soluzioni nuove per fronteggiare le necessità. Abbiamo rimediato posti letto di terapia intensiva dove fino a ieri era impensabile. Abbiamo comprato 1.400 caschi di respirazione in dieci giorni, reclutato e spostato personale. Ma stiamo anche già ipotizzando l’utilizzo di spazi della Fiera e se il Governo e la Protezione civile ci aiutano, anche di container per creare nuovi posti letto. Per un liberale come me è doloroso pensare a misure del genere. Ma gli scenari che stiamo studiando ossessivamente dimostrano che o subentra qualcosa d’alto o il sistema sanitario salta. I numeri del contagio aumentano in modo esponenziale”, rimarca amche Gallera.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Una risposta a “Coronavirus, il governatore Fontana a valanga contro il governo: “Mi sono rotto le scatole””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.