Consulenze da migliaia e migliaia di euro a Crimi e Taverna, la rabbia di “Nik il Nero”: “Ho dato tutto per il M5S e loro…”

La consulenza da 70 mila euro a testa per Crimi e Taverna? “Non è una cosa che mi piace, ma è il mio parere personale. Non è una cosa che accetto. Ma sono scelte loro, era nell’aria”. Nicola Virzì, in arte ‘Nik il Nero’, storico fotografo e videomaker del Movimento 5 Stelle a cui non è stato rinnovato il contratto per questa legislatura, commenta con l’Adnkronos la scelta del M5S di assumere gli ex senatori stellati come consulenti.

Virzì non si mostra sorpreso: “Un po’ già si sapeva. Conte aveva anche dichiarato che non avrebbe lasciato indietro nessuno. Niente di nuovo sotto al sole”. Ma, da attivista della prima ora, non nasconde la propria delusione per essere stato ‘scaricato’ dalla sua famiglia politica di sempre: “Mi sento privato del mio sogno. Io nel M5S ci son dentro dal primo momento. La delusione è una conseguenza del fatto che le cose non sono andate come dovevano andare”.

Il mancato rinnovo, spiega il fotografo, è dovuto “a motivi di budget. Essendo diminuiti i parlamentari sono calate anche le risorse. Hanno deciso di tagliare dove ritenevano di tagliare. Ripeto: sono scelte che fanno loro. Io ho fatto sempre il mio lavoro e l’ho fatto bene”. Per Nik il Nero quello di oggi non è più il ‘suo’ Movimento: “Il M5S negli anni è cambiato molto, non è più il Movimento di Gianroberto Casaleggio e tantomeno il mio. Non è più il M5S, è un’altra cosa. Può darsi anche che faccia bene ma non mi ci rivedo più. Le cose cambiano purtroppo, soprattutto in politica”.

“Dopo 15 anni finisce la mia avventura nel Movimento 5 stelle, tra gioie e dolori, tra grandissime soddisfazioni e qualche delusione. In questi ultimi 9 anni e 1/2 ho avuto l’onore di lavorare nella comunicazione del movimento, prima al Senato della Repubblica poi alla Camera dei Deputati, ho fatto un milione di foto e centinaia di video, ho percorso non so quanti km in giro per il bel paese e ho avuto la fortuna di solcare i palchi di quasi tutte le piazze più belle d’Italia cercando di immortalare gli sguardi e le emozioni della gente. Un esperienza che porterò per sempre nel mio cuore che mi ha dato tanto e che adesso è arrivata al capolinea per scelte legittime del gruppo M5S. Ovviamente ero preparato e lo avevo messo in conto ma sarei un falso se non ammettessi di essere dispiaciuto, lo sono eccome, ma le cose purtroppo non vanno sempre come vorremmo e spesso le circostanze non giocano a nostro favore…”, è l’amaro post su Instagram del fotografo “Nik il Nero”, Nicola Virzì.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.