Confermato l’accordo sotto banco tra Di Maio e Tabacci, il vecchio manipolatore si è girato a Di Maio come una valanzella: appassionatamente insieme per la poltrona

Jack Lemmon e Walter Matthauerano decisamente più simpatici, ma l’epiteto di Strana Coppia come nell’omonima commedia scritta de Neil Simon, si addice alla perfezione per Luigi Di Maio e Bruno Tabacci. Da una parte il clownesco Gigino ‘a cartelletta, copyright del suo creatore Beppe Grillo, dall’altra un democristiano duro e puro come Tabacci. E pare proprio un epilogo da barzelletta quello che vede l’ex grillino costretto ad abbarbicarsi a un dinosauro della Prima Repubblica, pur di salvare la pelle. O meglio, la poltrona in pelle, del suo posto di potere.

Il ministro degli Esteri ha annunciato che lunedì siglerà l’accordo con il collega di governo, il sottosretario Tabacci, fondatore di Centro Democratico. Lunedì mattina a Roma ci sarà il lancio del nuovo progetto. “Sarà l’evoluzione di Insieme per il futuro”, confermano dall’entourage del ministro Di Maio. Con questo trucco da bari, Tabacci permetterà al transfuga grillino Di Maio e al suo movimento Insieme per il futuro di correre alle prossime elezioni Politiche del 25 settembre senza dover raccogliere le firme necessarie. Firme che occorrono per quei simboli che non hanno avuto una rappresentanza in parlamento autonoma dall’inizio della legislatura, o una deroga come quella ottenuta con un emendamento al decreto Elezioni da Italia Viva, Leu, +Europa e Noi con l’Italia.

Inutile dire che le ironie si sprecano, soprattutto dagli avversari politici. «DiMaio e Tabacci: ovvero una vale l’altra. Come poltrona, si intende». Lo scrive su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando l’accordo.

Non è il solo strale che arriva dal mondo politico, sui Social. “Per curiosità – chiede sarcastico l’europarlamentare della Lega, Antonio Rinaldi – ma Tabacci fa il piazzista del suo simbolo?”. Non meno ilare il commento di Tommaso Cerno, già direttore dell’Espresso, “Ahaha Di Maio che si candida con Tabacci è una delle cose più grottesche di tutti i tempi. Scilipoti e Razzi erano due dilettanti”.

Su Twitter fioccano ovviamente le ironie non solo degli avversari: “Di Maio ha aperto la scatoletta di tonno e ci ha trovato Tabacci”. E ancora

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.