Choc nella Berlino bene: droga dello stupro al party del Partito socialdemocratico organizzato da Scholz

Scandalo a Berlino, in imbarazzo i vertici della Spd. Al party del Partito socialdemocratico nei giardini del Cancellierato sarebbero stati serviti cocktail a base di droga. Droga dello stupro. È la pesante ipotesi su cui sta indagando la polizia tedesca dopo la denuncia di cinque donne. Che hanno riferito strani sintomi dopo aver partecipato mercoledì scorso alla festa. Che ha avuto un migliaio di ospiti, tra i quali i rappresentanti parlamentari della Spd e lo stesso cancelliere rosso Olaf Scholz.

Almeno otto donne sarebbero state drogate con le cosiddette “gocce Ko”. Uno stupefacente liquido insapore. Che provoca lo svenimento in chi le assume. Il numero delle donne coinvolte è stato riferito in una chat interna del partito, citata da Tagesspiegel. Un caso è stato confermato da un test specifico. Che ha rilevato la sostanza chimica. La vittima ha denunciato ignoti, dando l’avvio all’inchiesta giudiziaria.

La ragazza di 21 anni  ha detto di essersi sentita male, di aver avuto le vertigini e aver perso la memoria. Dopo aver partecipato alla festa durante la quale non ha bevuto alcol. La donna afferma di non ricordare nulla di quanto avvenuto dopo le 21.30.

La festa si è svolta nel giardino del Cancellierato tedesco con oltre mille persone. Nella Sdp l’imbarazzo è alle stelle, anche perché il party era rigorosamente a era a inviti.I media tedeschi riferiscono di un comunicato interno ai deputati. Scritto dall’amministratore capo del gruppo parlamentare Mathias Martin. “È una pratica mostruosa che abbiamo subito denunciato alla polizia parlamentare”, si legge. E si invita “eventuali altre vittime a fare immediatamente denuncia alla polizia”.

Non si contano sui social le prese di distanza e i commenti sdegnati di fronte a uno scandalo destinato a terremotare la buona reputazione del Partito socialdemocratico. KatjaMastprima capogruppo parlamentare della Spd ha commentato su Twitter: “Siamo tutti inorriditi e faremo tutto ciò che è in nostro potere per chiarire la situazione». Anche Carmen Wegge, membro del partito ha parlato sui social di quanto accaduto. “Non solo a questa festa, succede ogni giorno. Piena solidarietà a tutte le vittime”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.