Choc a Roma, un romeno tenta di rapire bimbo con la forza fuori scuola: mamma e maestre lo salvano respingendo con forza l’uomo

Un romeno con precedenti per rapina ha tentato di rapire un bimbo di 4 anni, strappandolo dalle mani della madre, davanti a una scuola di Roma. Il piccolo è stato salvato dalla strenua resistenza della madre e delle maestre, che dopo un lungo contrasto sono riuscite ad avere la meglio sulla violenza dell’aggressore. L’uomo, infine, è stato arrestato, anche grazie all’intervento di un altro genitore che aveva assistito alla scena e che lo ha inseguito finché non sono arrivati i carabinieri. L’accusa nei suoi confronti è ora di tentato sequestro aggravato dall’età della vittima e i pm sono al lavoro per capire se si sia trattato di un gesto folle o di un atto premeditato.

I fatti si sono verificati lunedì pomeriggio, all’orario di uscita, all’istituto internazionale La Maisonette, all’Eur. La donna stava andando via dalla scuola mano nella mano con il bambino, quando l’uomo le si è parato davanti dicendo «è mio figlio» e cercando di prenderlo. La donna è riuscita a proteggere il bambino, mentre l’uomo cercava di afferrarlo e si faceva più aggressivo di fronte alla sua reazione.

La madre, poi, è riuscita a rifugiarsi dietro il cancello della scuola, ma anche lì il romeno non ha desistito, cercando di non farglielo chiudere. Il racconto che ne fa Repubblica, che per prima ha dato conto della vicenda, è agghiacciante. «La donna – si legge nell’articolo – urla disperata, chiede soccorso. Afferra il cancello con tutte le sue forze cercando di chiuderlo di fronte all’uomo, di sbatterlo in faccia allo sconosciuto. Ma anche lui afferra le sbarre e non demorde. A questo punto incomincia una lotta. La signora spinge da un lato, il romeno dall’altra preme per cercare di infilarsi ed entrare dentro la scuola. Per almeno tre volte lo sconosciuto sembra quasi sul punto di farcela. Intervengono le maestre e danno manforte alla giovane madre. Finalmente il cancello si chiude. Dall’interno azionano la serratura elettrica. Il pericolo è scampato».

Solo a quel punto l’uomo ha desistito. Quando poi si è visto andare incontro un altro uomo, il padre di un altro bimbo che aveva assistito all’ultima parte del tentativo di rapimento e che sembrava non voler lasciar passare la cosa senza conseguenze, si è dato alla fuga.Il padre lo ha inseguito e non ne ha perso le tracce neanche quando, sempre secondo quanto riferito dalla cronaca di Roma di Repubblica, il romeno dietro un angolo si è tolto di corsa la camicia arancione per indossarne un’altra. Un “dettaglio” ora all’attenzione degli inquirenti. Dopo il cambio di camicia, il padre è riuscito a bloccare il romeno, che a quel punto non ha più opposto resistenza, fino all’arrivo dei carabinieri, intervenuti tempestivamente dopo la chiamata.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.