Crea sito

Caserta: minaccia a mano armata, denunciati coniugi 80enni

By Ith24

Minaccia aggravata e detenzione di armi da fuoco: con queste accuse piuttosto pesanti una coppia di coniugi casertani, Rossi Michela e Gazzillo Domenico, sono stati denunciati dai Carabinieri.

L’episodio, il terzo in meno di 6 mesi, si è consumato ieri sera intorno alle 20.15. Ad avviare il là alla diatriba è stata, come nei due casi precedenti, la Rossi Michela che, con la scusa di essere infastidita da un rumore causato da un monopattino con le rotelle in gomma, offendeva e minacciava con schiamazzi gli ex inquilini del piano di sopra. A lei si univa il marito, Gazzillo Domenico, al punto da precipitarsi dinanzi l’abitazione degli ex inquilini puntando addirittura una rivoltella alla donna, seguita poi dal piccolo minore e dal marito.

L’uomo, secondo le ricostruzioni avrebbe appunto minacciato con una pistola i suoi ex inquilini, considerato che gli stessi coniugi, a causa di debiti non pagati, hanno perso parte delle loro proprietà (PROC. ESRC. RGE 231/2019) custodia affidata al dottor. De Angelis. L’80eene, in alcune esternazioni, chiariva che il procedimento civile a suo carica era falso, affermando testuali parole: “non è niente vero”, lasciando intendere ad una pastetta. Infatti i legali della vittima, presenteranno nei prossimi giorni un esposto al giudice Vecchione, affinché lo stesso possa prendere nette posizioni sulle affermazioni totalmete infondate dette dal signor Gazzillo Domenico.

I condomini hanno immediatamente chiamato i carabinieri che, in pochi minuti sono giunti sul posto calmando gli animi degli 80enni ancora urlanti nei confronti degli inquilini. Ha destato poi scalpore il cambio di umore della Rossi Michela che è riuscita a trasformarsi da carnefice a vittima, alla sola vista dei carabinieri, trovando il barbaro coraggio di chiamare anche il 118. Che giunti sul posto, non hanno trovato nulla di allarmante, sceneggiata a parte.

Insomma, la colpa degli ex inquilini, è stata quella di aver lasciato giocare il figlio di anni 6, dieci minuti fuori al terrazzo di casa sua.. In un orario, tra l’altro, appropriato. Caso tra le altre, isolato.

I Carabinieri hanno poi perquisito la casa e la macchina dell’80enne trovando una pistola che lo stesso 80enne aveva denunciato per il passato, ma non in regola. L’arma è stata posta sotto sequestro dagli uomini in divisa, che hanno condotto le operazioni in maniera incisiva, affinché evitare il peggio.

I coniugi sono stati quindi denuncisti. Ora dovranno rispondere di minaccia aggravata e detenzione di arma da guerra, con permesso scaduto.

La Procura ora dovrà esaminare gli audio e i video in possesso degli ex inquilini che hanno avuto la prontezza, come per il passato, di riprendere alcune scene, che non lasciano spazio ad interpretazioni.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Una risposta a “Caserta: minaccia a mano armata, denunciati coniugi 80enni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.