[BOOM] Luca Poniz sgancia la bomba dopo le dimissioni dall’Anm: “Ai magistrati interessa più la carriera del lavoro”

By Pasquale Aveta (per ith24)

Dopo l’inchiesta che ha portato alla luce le malefatte all’interno della magistratura rossa contro Matteo Salvini, dove vedono imputato l’ex capo dell’anm Luca Palamara, anche Luca Paniz, fresco di dimissioni, si scioglie al Corriere della Sera: “Mi sono dimesso non certo per responsabilità nella vicenda emersa dalle intercettazioni di Luca Palamara, perché non ne ho. Ma perché per affrontarla non ci sono più le condizioni. Innanzitutto la coesione. La timida reazione di Unicost riguardo alle presunte conversazioni di magistrati di quella corrente con Palamara ci ha fatto capire che non ci sono i presupposti né per affrontare la questione morale, né per fare nulla”.

E ancora: “Fin quando ai magistrati sembra interessare più la carriera che il lavoro, il problema c’è. Questo l’ho detto dall’inizio del mio mandato. Ma per questo serve uno sforzo diffuso di coraggio e un’assunzione di responsabilità collettiva”.

Infine: “L’unico che riuscì a ottenerlo fu il regime fascista. Queste smemoratezze sono pericolose. Noi ci siamo dimessi anche per tutelare l’Anm, che non rischia nessuno scioglimento. Il rapporto con la politica è già disegnato nelle regole del Csm, con le componenti togate e laiche. La relazione dovrebbe esaurirsi lì. Due magistrati possono certamente vedersi a cena e parlare di nomine, ma non può avere voce una persona esterna al Csm”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Una risposta a “[BOOM] Luca Poniz sgancia la bomba dopo le dimissioni dall’Anm: “Ai magistrati interessa più la carriera del lavoro””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.