Crea sito

Bomba ad orologeria a Verona: 100 immigrati su 140 positivi al Covid-19. Ma Conte ne vuol far entrare altri

By Gaetano Daniele

Quando si antepone l’interesse economico alla salute, succede che a Verona i centri accoglienza sono diventati delle vere polveriere.

Purtroppo era prevedibile. Infatti hanno fatto prevalere, per l’ennesima volta, il business, come se i casi delle Rsa milanesi, Torre Maura etc etc fossero noccioline. E la cosa più grave è che i migranti non vogliono assolutamente riportare la quarantena.

È successo al centro d’accoglienza per richiedenti protezione internazionale e minori in Zai a Verona, situato nell’edificio dell’hotel Monaco, in via Torricelli. E la bomba che fa tremare i palazzi di Verona, scoppia quando arriva la notizia che 100 migranti su 140 sono positivi al coronavirus.

Ma il governo giallorosso con a Capo il premier Giuseppe Conte, nonostante i divieti, continua a far sbarcare migranti.

Anzi. Oltre al danno anche la beffa: arriva la conferma dalle prefetture di posizionare una pattuglia a vigilare h24 la struttura credendo così di risolvere il problema pandemia.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

41 Risposte a “Bomba ad orologeria a Verona: 100 immigrati su 140 positivi al Covid-19. Ma Conte ne vuol far entrare altri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.