Boldrini e Bellanova, vogliono più migranti e meno italiani: tifano business con la scusa della solidarietà e dell’integrazione

By Gaetano Daniele

In questo enorme mercato delle vacche, anche la gallina fa brodo. Ed ogni partito o partitino che sia, cerca, come sempre, di tirare l’acqua al suo mulino. Lo fanno senza vergogna, e sulla paura della gente. Infatti, neanche il Covid-19 ha fermato gli sbarchi e il business. L’esempio più visibile in questi giorni è la regolarizzazione di oltre 600 clandestini. È un obiettivo da sempre perseguito dalla sinistra e pure da Matteo Renzi, che per una volta è d’accordo con Zingaretti e Boldrini. Chissà perché. Per amore, per solidarietà e fratellanza verso lo straniero in difficoltà? Ma fatemi il piacere.

Ed ora ci si mette pure lei, la ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova. Altro che Camusso e Landini. Sindacalisti e sindacatini, la rovina dell’Italia. Contenitori di voti, sfruttando l’ignoranza degli operai in buona fede.

Ma la buffonata che questi signori vogliono farci passare è che siccome il virus, oltre a tutte le altre attività economiche, ha rallentato anche la raccolta di frutta e verdura nei campi, lavoro stagionale per antonomasia, in parte vero, ed è per questo motivo che bisogna far venire più migranti clandestini. Una delle trovate più assurde mai sentite nella storia umana. Quando elargiamo solo in Calabria, il reddito di cittadinanza ad oltre 25mila persone che, grazie a Grillo e a Di Maio, percepiscono lo lo stipendio direttamente sul divano di casa loro senza dover alzare neanche un dito. Andassero loro nei campi a guadagnarsi la pagnotta.

Perfino la sua collega dell’Interno, Luciana Lamorgese, la donna che ha chiuso i porti a tutti tranne che agli scafisti, l’ha ridimensionata. Il provvedimento demografico è destinato a finire tra le pieghe dell’atteso decreto economico battezzato ottimisticamente aprile che poi come da incanto è diventato maggio.

Insomma, altro che solidarietà e vicinanza verso l’amico straniero. Li pretendono mentendo. Chissà, forse un giorno li faranno Santi…. Santa Laura: prega per noi…

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.