Trump distrugge Biden nel duello tv. Panico tra i dem: “Siamo fot***ti, il presidente si ritira”

Accuse pesanti, insulti reciproci e, alla fine, addirittura “panico tra i democratici Usa”. Il primo dibattito in tv tra il presidente Joe Biden e il suo sfidante repubblicano Donald Trump è ad altissima tensione, come previsto. E la sensazione è che il tycoon abbia messo a segno un primo colpo mediatico in vista delle elezioni presidenziali di novembre, con i sondaggi che già lo vedrebbero in vantaggio di 4-6 punti su Sleepy Joe.

Al termine del dibattito andato in onda nella notte italiana da Atlanta, in Georgia,, fonti informate della Cnn riferiscono di dem “preoccupati” dalla performance del presidente. Le parole che circolano dietro le quinte sono addirittura “forte panico”, come detto, o addirittura “Siamo fottuti”, E c’è addirittura chi parla di un possibile ritiro di Biden. Esagerazioni forse, ma di certo il capo della Casa Bianca non è riuscito a ribaltare la situazione e ha dato l’impressione di essere in difficoltà più volte, a cominciare da un piccolo calo di voce che ha denotato una certa tensione. Dettagli che contano. Durante la pausa pubblicitaria i due sfidanti sono rimasti distanti, mentre a fine incontro non si sono stretti la mano.

“LA NAZIONE STA PER FALLIRE” – “Siamo una nazione che sta per fallire, con me non accadrà”, sono state le ultime parole di Trump nel suo appello finale. “Biden non ha fatto niente, rende insicuro il Paese consentendo a milioni di persone di riversarsi negli Usa, non ha il rispetto dell’esercito, quello che è successo in Afghanistan, Israele e Ucraina non avrebbe dovuto succedere”, ha detto Trump. “Da tre anni e mezzo viviamo in un inferno, tutto il Paese sta esplodendo”. 

“BIDEN SI LAMENTA E BASTA” – Biden, è “un politico come tanti altri: si lamenta e basta”, attacca Trump. “Dice che dobbiamo fare questo e quello, tagliare le tasse: ma la realtà è che non fa mai nulla”, ha detto. (Was) NNNN

“TEST COGNITIVO” – “Sono in gran forma, come 20-30 anni fa”, dice Trump, sfidando Biden a fare un test cognitivo. “Io sono pronto a farlo”, ha detto l’ex presidente. In uno dei momenti più comici della serata, i due hanno messo a confronto i propri record atletici. Donald ha preso in giro il rivale dicendo che Joe non potrebbe colpire una palla per 50 yard. “Ho ridotto il mio handicap… a sei”, ha replicato il presidente. “Gli ho detto che sarei felice di giocare a golf se portasse la sua borsa”, ha aggiunto, dopo aver sottolineato il peso del rivale.

“L’ESITO DEL VOTO” – Trump ha dichiarato che accetterà l’esito delle elezioni presidenziali in programma il prossimo novembre “se saranno giuste, eque e legali”. “Non chiedo altro, ha affermato Trump durante il primo dibattito tra i candidati alla presidenza Usa, aggiungendo che “non intendevo nemmeno ricandidarmi, sino a quando ho visto il terribile lavoro che (Biden) sta facendo. Sta distruggendo il Paese”. “Staremo a vedere dopo le elezioni”, ha replicato Biden, dicendosi convinto che il suo avversario non sarà in grado di accettare una sconfitta. “Io ne dubito, è un frignone”, ha detto il presidente.

“NON SAREI QUI” – Le politiche dell’amministrazione Biden sono “folli”, sottolinea Trump. “Vorrei davvero che fosse un buon presidente, in quel caso non sarei qui e non sarei stato incriminato: mi ha incriminato perché sono il suo avversario”, ha detto, aggiungendo di aver deciso di candidarsi dopo aver visto il “lavoro orribile che sta facendo”. 

“TERZA GUERRA MONDIALE” – “Biden ci sta portando verso la Terza Guerra Mondiale” perché “Kim Jong-un, Xi Jinping e Vladimir Putin non lo rispettano”, afferma Trump. “Possono andare d’accordo con me ma non possono avere nulla da me”, ha aggiunto. Per Biden invece gli Usa sono “il Paese più rispettato al mondo: nessuno pensa che siamo deboli, e nessuno vuole crearci problemi. Siamo gli Stati Uniti d’America, e nulla va oltre le nostre capacità”. 

NOI E PUTIN – I termini posti da Vladimir Putin per la fine della guerra in Ucraina “non sono accettabili”, premette Trump, sottolineando tuttavia che “la guerra non sarebbe mai dovuta iniziare”. Il tycoon ha quindi assicurato che in caso di elezione, prima ancora dell’insediamento, la guerra “sarà risolta”. Trump ha quindi accusato il rivale di avere speso 200 miliardi di dollari per sostenere l’Ucraina, senza ottenere risultati. Secondo Biden, al contrario, Trump, ha incoraggiato la Russia e Putin a fare “ciò che vogliono” in Ucraina.

“PAGATO DALLA CINA” – Gli Usa hanno “il peggiore deficit” commerciale nei confronti della Cina e Biden è “pagato dalla Cina”. E’ una delle bordate più dure di Trump nei confronti di Biden. 

“L’ETA'” – Biden svia la domanda sulla sua età con una battuta. “Sono stato criticato per essere il senatore giovane, adesso sono criticato per essere il presidente più anziano”.  E ancora, su Trump: “Ha solo tre anni meno di me, ed è molto meno competente”. 

“USO DI DROGA” – Domanda sull’epidemia di oppioidi, Trump afferma che con Biden “sono aumentati l’uso e il traffico di droga, di ogni droga” a causa dei maggiori attraversamenti illegali dal Messico. 

“IL PEGGIORE” – Scambio di accuse incrociate. Biden e Trump si accusano a vicenda di essere “il peggiore presidente della Storia”. Secondo il repubblicano, il capo della Casa Bianca “sta distruggendo” il welfare Usa, consentendo a centinaia di migliaia di immigrati irregolari di accedere ai programmi medicare e medicaid. 

CLIMA (TESO) – Cambiamento climatico e alla tutela dell’ambiente: Trump dichiara di voler lavorare per tutelare le risorse idriche e la qualità dell’aria degli Stati Uniti, sostenendo che la sua amministrazione già avesse conseguito ottimi risultati in tal senso. “Non ha fatto un accidente di nulla per l’ambiente”, ha replicato Biden, accusando Trump di ignorare una minaccia esistenziale per l’umanità e ricordando la decisione del suo predecessore di ritirare gli Stati Uniti dall’Accordo sul clima di Parigi. “L’accordo sul clima di Parigi ci sarebbe costato mille miliardi di dollari, e non sarebbe costato nulla alla Cina, alla Russia e all’India – si è difeso Trump -. Era una truffa ai danni degli Stati Uniti e vi ho posto fine, sarebbe stato un disastro”.

“CONDANNATO DOPO IL VOTO” – Biden “potrebbe essere un criminale condannato non appena lascerà l’incarico”, “per tutte le cose orribili che ha fatto”, dice Trump dopo aver ricordato che anche suo figlio Hunter “è un criminale condannato ad altissimo livello” che “probabilmente sarà condannato numerose altre volte”. “Avrebbe dovuto essere condannato prima, ma il suo dipartimento di giustizia ha lasciato scadere il termine di prescrizione sulle cose più importanti”. 

“LE CORNA CON LA PORNOSTAR” – “L’unico criminale condannato su questo palco sei tu”, è la replica di Biden che accusa Trump di “aver fatto sesso con una porno star quando tua moglie era incinta”. “Hai il senso dell’etica di un gatto randagio” (espressione che in slang americano significa “donnaiolo”), ha attaccato Biden. Su Stormy Daniels Trump ha risposto di non aver fatto nulla di sbagliato. “Cerca di attaccarmi perché sa che senza questi stratagemmi non vincerebbe”, ha detto.

CAPITOL HILL – Trump “ha incoraggiato” gli assalitori di Capitol Hill del 6 gennaio 2021 ed è rimasto “tre ore a guardare” durante la tentata insurrezione, accusa Biden. E l’ex presidente ha accusato l’ex speaker della Camera, Nancy Pelosi, di essere responsabile in quanto aveva rifiutato le 10 mila guardie nazionali che lui aveva inviato. “Che è successo il 6 gennaio? Che abbiamo perso tutto, prima avevamo l’economia migliore del mondo e il confine più sicuro del mondo”, ha proseguito Trump, che ha rinfacciato a Biden i disordini avvenuti in città come Seattle e Portland. 

“PERDENTE E CRETINO” – In uno dei momenti più tesi della serata, Biden alza i toni con Trump citando una frase dell’allora presidente che definì i soldati americani che combatterono nella Seconda Guerra mondiale “perdenti e cretini”. “Tu sei il perdente, tu sei il cretino!”, ha urlato il presidente.

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.