Crea sito

Amministrative a Caivano, Enzo Falco sfoglia il suo libro dei sogni (Adelante)

Enzo Falco

Sarà arrivato anche nelle vostre case il messaggio del candidato a sindaco di sinistra Enzo Falco, dove con un grande spot elettorale senza possibilità di replica vengono evidenziate tutte le cose che saranno fatte se saranno eletti per la ventesima volta al Comune. Cosa assai difficile perché vedere sotto braccio M5s, Italia Viva, Pd e Articolo 1, rispettivamente rappresentati a livello nazionale da Beppe Grillo, Nicola Zingaretti, Matteo Renzi e Roberto Speranza, e a livello locale da Pasquale Mennella, Enzo Falco, Raffaele Del Gaudio, Alberico Gianandrea, fa un po tristezza. Tristezza perché sono esponenti politici locali che hanno già avuto la possibilità di dimostrare il loro spessore amministrativo e nulla di buono per Caivano è stato fatto. Perché dopo 40anni di politica attiva dovrebbero riuscirci oggi?

Sicuramente alcune cose buone saranno pure state fatte, ma vedere tra questi esponenti sempre le stesse facce, significa che l’interesse e l’attaccamento alla poltrona è grande. Altro che libro dei sogni.

Neanche il Covid ha fermato le passerelle di politici nazionali che si ricordano delle periferie solamente in campagna elettorale. Ma dov’erano Bersani, Borrelli, Zingaretti, Di Maio, in questi ultimi due anni di commissariamento? Cosa hanno fatto per i caivanesi? Per i roghi tossici o per frenare il fenomeno delinquenziale?

Se a Caivano c’è un commissario lo si deve in primis ai politici che oggi di ripresentano come nuovo che avanza e che ieri nulla hanno fatto per evitare che ciò accadesse.

La tassa sui rifiuti è aumentata e non poco dall’anno scorso. Non solo. Il Paese è sprofondato in un immobilismo generale, sotto gli occhi, chiusi, di chi oggi sfoglia il suo libro dei sogni.

Sicurezza tante telecamere, molte non funzionanti e nessuno a controllarle, perchè la polizia municipale fa orario d’ufficio e queste ultime essendo ancora collegate al comando della stessa polizia municipale di notte non sono controllate.

Servizi sociali e scuola. Tanto è stato fatto, ma poco o niente per i caivanesi. Lavori socialmente utili, case popolari e di emergenza, trasporto e mensa, a pagamento, tutte cose che tante famiglie lamentano, e che nel libro dei sogni di Enzo Falco non vengono mai menzionate. A differenza di Concerti e cinema all’aperto, Pop Corn e patatine.

Insomma un bellissimo spot elettorale per celebrare i capolavori e miracoli di politici ultra 70enni che non sono stati in grado ieri, figurarsi oggi.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.