Alluvione nelle Marche: ecco chi sono le vittime


Sono 9 le vittime finora accertate dell’alluvione delle Marche, dove stanotte è caduta tanta arqua quanta solitamente ne cade in un arco temporale di diversi mesi. Questo ha causato allagamenti ed esondazioni. Intere città sono state travolte da un’ondata di fango e di detriti che ha invaso le case e tutti gli edifici,raggiungendo anche i piani più alti. Diverse persone sono rimaste intrappolate all’interno delle loro vetture, improvvisamente investite da un fiume assassino.

È morto così, per esempio, Gino Petrolati, l’uomo che è stato trovato questa mattina all’interno della sua vettura a Bettolelle, una frazione interna del comune di Senigallia. Ed è straziante anche la storia di Fernando Olivi, un anziano signore che è stato trovato morto all’interno della sua abitazione. Per tutta la notte, il nipote aveva lanciato appelli tramite i social chiedendo che il nonno venisse aiutato a uscire di casa durante le ore più tragiche. “Aiutate mio nonno, vi prego. È al piano terra e siamo intrappolati in casa”. Un appello accorato e drammatico, che non è però riuscito a salvare l’uomo. Ferdinando Olivi è stato trovato questa mattina senza vita. Viveva a Pianello di Ostra, dove era molto conosciuto in quanto era un imprenditore molto presente sul territorio in qualità di Pianello di commerciante, ristoratore e per lunghi anni anche istruttore di scuola guida.

Nello stesso comune sono morti il 52enne Diego Chiappetti, titolare di un’impresa idraulica, Andrea Tisba, di 25 anni e il padre Giuseppe, di 60 anni, che nella precedente amministrazione ha ricoperto il ruolo di assessore comunale. Nel vicino comune di Trecastelli è morta, invece, Marialuisa Sereni, di 72 anni: la sua famiglia è riuscita a mettersi in salvo ma lei è stata travolta dalla furia dell’acqua. Ci sono state vittime anche a Barbara, dove Rina Febbi, di 75 anni, si trovava all’interno dell’abitazione con il marito. Tra le vittime c’è anche un bambino di 8 anni, figlio della farmacista di Barbara. Ma c’è anche una ragazzina di 16 anni, che è stata travolta dal fiume di fango e detriti insieme a sua madre, che risulta ancora dispersa. Il fratello, invece, è riuscito ad aggrapparsi al tettuccio dell’auto per non essere trascinato via. E sono ancora in corso anche le ricerche di una mamma e della sua bimba e di un altro bambino, che l’acqua ha strappato dalle braccia della madre.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.