Afghanistan, camere a gas dei Talebani come quelle del Terzo Reich?: civili ammassati e rinchiusi nei container

”I Talebani stanno costringendo centinaia di civili della Valle del Panshir dentro a container, per farli morire asfissiati e di fame”.

E’ la denuncia del quotidiano turco Vatan Today, che su Twitter parla di ”arresti di massa, massacri, torture, atti umilianti e crimini di ogni tipo” messi in atto dai Talebani nei confronti dei civili del Panshir.

Sui social media circolano anche video di Talebani armati di kalashnikov che fanno scendere con la forza civili disarmati da camion e li costringono a entrare in alcuni container al grido di ”corrotti, infedeli”.

In mattinata il Fronte nazionale di resistenza del Panshir aveva lanciato l’allarme su Twitter: i Talebani hanno espulso dalla Valle del Panshir ”migliaia di persone” e stanno attuando una ”pulizia etnica” con ”omicidi e azioni di vendetta” mentre ”il mondo resta a guardare con indifferenza”.

Secondo alcune fonti, l’obiettivo dei Talebani è quello di sostituire la popolazione della Valle del Panshir con i Pashtun pakistani.

Il Panshir è stata l’ultima delle 34 province dell’Afghanistan a finire sotto il controllo dei Talebani e secondo gli uomini fedeli ad Ahmad Massoud ”la resistenza sta continuando”.

L’emittente Tolo news ha parlato di strade chiuse, niente corrente elettrica e linee telefoniche interrotte nella Valle.

E un’altra denuncia arriva dall’Onu: i Talebani sono ”sempre più violenti” nella loro repressione contro i manifestanti, usando proiettili veri, manganelli e fruste

A lanciare l’allarme in un briefing a Ginevra è la portavoce dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i diritti umani, Ravina Shamdasani, riferendo di almeno quattro persone uccise durante le proteste negli ultimi giorni.

A queste vittime si aggiungono manifestanti picchiati e arrestati.

Oltre alla violenza contro i manifestanti, le Nazioni Unite hanno avvertito che i Talebani stanno usando sempre più forza contro i giornalisti.

“Invece di vietare le proteste pacifiche, i talebani dovrebbero cessare l’uso della forza e garantire la libertà di riunione e di espressione pacifica, anche come mezzo per esprimere le proprie preoccupazioni ed esercitare il diritto di partecipare agli affari pubblici”, ha detto la portavoce dell’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

Pubblicato da edizioni24

Sito a cura di Rita De Marco dal 07/09/2021. Rita De Marco è una studentessa di Napoli, aspirante giornalista, fashion Blogger. Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.